La Lupa Lecce saccheggia il tensostatico di Nardò. Calimera battuta 61-78

L'anno nuovo della Lupa Lecce non conosce sconfitte. Dopo Cisternino, Mesagne, Monopoli e New Basket Lecce, ieri sera i lupi di coach Bray hanno avuto ragione del Calimera

L'anno nuovo della Lupa Lecce non conosce sconfitte. Dopo Cisternino, Mesagne, Monopoli e New Basket Lecce, ieri sera i lupi di coach Bray hanno avuto ragione del Calimera per 61-78 sul parquet del Tensostatico di Nardò. Quarta vittoria consecutiva e secondo posto matematico della prima fase del Campionato Regionale di Serie D Girone B. La prestazione positiva della squadra è stata esaltata dalle eccellenti performance di capitan Mocavero.

Il baluardo della Lupa si è caricata la squadra sulle spalle sfornando una prova da autentico leader. Il 15 giallorosso si è speso in difesa dando sostanza ad un quintetto privo della fisicità di Caloia (non convocato) e regalando il solito apporto in fase offensiva svariando tra il prezioso lavoro sotto le plance e le conclusioni perimetrali. Un giocatore "tuttocampista" che, quando decide di mettersi in proprio, dona saggi di bravura oltre la categoria. L'ex serie A ha messo a referto 38 punti che hanno significato il 50 % del fatturato offensivo di tutta la squadra.

Con l'assenza di Caloia, Bray ha scelto il quintetto formato da Assentato, Mocavero, Sirena, Laudisa e il rientrante Colella. L'esperto play ha restituito fluidità di manovra e sicurezza in fase di impostazione, mandando a bersaglio i compagni con ottima regolarità. Lo spartito della gara è stato il consueto: primo quarto in sordina e prosieguo di partita a tutto gas. Dopo il primo periodo chiuso a -4 per via del solito lento avvio, Bray ha disposto la difesa 2-3 a zona con profitti altamente confortanti mettendo la museruola a Manca e compagni.

A 6 giri di orologio dalla pausa lunga, la Lupa ha impresso la scossa decisiva con le realizzazioni di Longo e tre triple di Mocavero che hanno fatto registrare il +12 alla fine del secondo quarto. Nella ripresa la gara è proseguita senza particolari ribaltoni. I lupi hanno gestito il vantaggio grazie ad una difesa furente che non ha consentito ai padroni di casa di colmare il gap sul tabellone luminoso nonostante gli enormi sforzi profusi dagli uomini di coach Battistini. La grinta di Sirena e l'ottima prova di Ferilli in fase difensiva, hanno contribuito al successo di una squadra capace di vincere con ben 17 punti di scarto a cospetto di un avversario pimpante e in salute.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CALIMERA 61 - PALL. LUPA LECCE 78 Nardò/Calimera: Muci, Calasso 8, Manca 18, Errico 8, Greco 6 , Iacomelli 9, Bisanti, Spada 10, Durante , Fracasso 2 All. Battistini Lupa: Pinto, Colella 5, Laudisa, Zezza, Ferilli 3, sirena 14, Assentato 2, Longo 9, Mocavero 38, Passante 7. All. Bray Parziali: 22-18 14-30 10-13 15-17 Arbitri: De Carlo e Spedicati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento