Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

La Svicat non si ferma più. Undici mete al malcapitato Foggia

La squadra di Campi salentina continua il proprio cammino trionfale, chiudendo il girone di andata del campionato di serie C battendo con un'altra grande prestazione i propri avversari. Ora trasferta a Brindisi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima


Si conclude nel migliore dei modi, per la Svicat del presidente Fabrizio Camilli, il girone di andata del Campionato di Serie C girone 1; stavolta a farne le spese è il Foggia che in 80 minuti incassa ben 77 punti.

Dopo la roboante vittoria ottenuta in trasferta in quel di Montemesola, i campioti erano chiamati a riconfermarsi di fronte al generoso pubblico di casa e non tradiscono affatto le aspettative dimostrando ancora una volta un bel gioco collettivo dal primo all'ottantesimo minuto.
Poco da dire su quanto visto in campo. Nonostante il terreno di gioco in cattive condizioni a causa del maltempo, la mischia è stata pressochè perfetta in fase di avanzamento e nei raggruppamenti e il pacchetto dei trequarti che ha trasmesso in modo fluido l'ovale. Il risultato alla fine del primo tempo è già sul 35 a 0 grazie alle 5 mete messe a segno da Gabriele Signore, Luigi Maci, Francesco De Gioia, Francesco Palma e Carmine Tardio.
Nel secondo tempo, mister Spampinato mescola le carte consentendo ad alcuni titolari un po di meritato riposo in vista degli impegni futuri nonchè qualche minuto a chi ha giocato di meno. Ma la storia non cambia e nella seconda frazione le realizzazioni sono addirittura 6: una di Federico Pagliara, altre 2 di De Gioia, una del mediano di mischia Matteo Mendrino ed una a testa per Stefano Pagliara e Alessandro Occhineri, alla loro prima gara stagionale. Per gli ospiti invece solo qualche minuto in attacco nella 22 campiota che non ha portato a punti.
cleardot.gif
Da segnalare anche l'ottima prestazione dell'apertura Fabrizio Romano che, oltre al buon gioco espresso in campo, ha calciato il pallone in mezzo ai pali in tutte e 11 le occasioni a disposizione.
Unica nota dolente della giornata, il cartellino giallo rifilato a Manno dal direttore di gara Sig. Dellino di Bari, ottima anche la prestazione di quest'ultimo.
Mister Spampinato può comunque essere contento perchè i suoi ragazzi hanno raggiunto l'obiettivo di non subire mete.
 
Durante e dopo il match, grazie anche ai ragazzi del Foggia Rugby che hanno voluto dare il proprio contributo, sono stati raccolti fondi per l'associazione mondiale "Movember" che si occupa di attirare l'attenzione per sensibilizzare tutta la popolazione sul cancro alla prostata, la depressione e altri tumori maschili ma anche per incentivare ai check-up clinici.
In settimana verrà aperta la cassetta e il ricavato verrà versato tramite bonifico.
 
Il prossimo impegno per la Svicat è per il 16 dicembre in trasferta a Brindisi dove affronterà la Nafta che ieri ha ben figurato e perso di poco contro il Monopoli.
Intanto il girone di andata si conclude per i campioti con numeri e dati che lasciano ben poco all'interpretazione e che fanno ben sperare per il futuro:
- 7 partite vinte su 7
- Primato solitario in classifica con 33 punti su 35 disponibili
- Miglior attacco e miglior difesa con 44 mete fatte e solo 5 subite
- Settore giovanile in crescita
- Pubblico sempre più numeroso
 


Davide Signore

Nelle foto:
Una touche

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Svicat non si ferma più. Undici mete al malcapitato Foggia

LeccePrima è in caricamento