Martedì, 27 Luglio 2021
Sport

Lecce in guardia, la “gemella” Aprilia cerca la vittoria di prestigio

I laziali sono al comando del girone B della Seconda divisione grazie a otto vittorie e due pareggi. Il modulo tattico è lo stesso di quello prediletto da Lerda. Falco e Chiricò giocheranno almeno un tempo, recuperato Memushaj

L'allenatore del Lecce, Franco Lerda

 

LECCE – Alla Coppa Italia Franco Lerda ci tiene e non è una novità, ma questa volta c’è un motivo in più per non prendere sottogamba l’impegno di mercoledì sera (20.30) contro l’Aprilia, valevole per la prima giornata del girone eliminatorio che comprende anche il Perugia. La perdente, infatti, affronterà gli umbri il 21 novembre mentre la vincente dovrò attendere il 5 dicembre per l’ultimo match. Considerando che il turno di riposo in campionato per il Lecce è previsto il 18 novembre, i giallorossi hanno la possibilità di godersi qualche giorno di riposo in più – meritato, non c’è che dire -. Per farlo devono però rispettare il pronostico e battere i laziali allenati da Vincenzo Vivarini.

Otto partite vinte, due pareggiate, cinque punti di vantaggio sulla seconda in classifica, 21 gol fatti, solo 4 subiti: l’Aprilia viaggia a gonfie vele, giocando anche bene. In un certo senso è la squadra gemella del Lecce. Lerda, come sua abitudine, ha visionato le immagini relative agli avversari e ne ha tratto un’impressione molto positiva: il modulo è il 4-2-3-1, impreziosita da alcune individualità come Ferrari e Calderini in attacco, Croce in mezzo al campo, Diakitè come difensore centrale e Corsi, esterno alto di sinistra. Certo, non è detto che saranno tutti in campo al Via del Mare, anche perché i biancocelesti sono attesi, domenica prossima, dalla difficile trasferta sul campo della Salernitana.

Nel Lecce ci sarà spazio per il turn-over, come già è stato contro Martina Franca e Nocerina, ma anche per il rientro di Foti e Chiricò. Le intenzioni del tecnico giallorosso sono state chiarite in conferenza stampa, al Comunale di Squinzano: “Giocheranno almeno una parte di gara per riprendere il ritmo partita”. Il rinvio della gara di Lumezzane, infatti, ha ritardato di una settimana il ritorno in campo dei due attaccanti, imponendo loro di scontare il turno di squalifica contro il Portogruaro. Tra i convocati figura anche Memushaj, reduce da un affaticamento che lo ha tenuto fuori dai giochi per un turno, ma non c’è Ferrario che pure ha smaltito l’infortunio rimediato nella precedente uscita di Coppa Italia.

I convocati.

Portieri: Gabrieli, Petrachi. Difensori: Vinicius, Legittimo, Di Maio, Vanin, Tomi, Semenzato. Centrocampisti: Memushaj, Tundo, Palumbo, Zappacosta. Attaccanti: Bustamante, Rosafio, Malcore, Foti, Di Mariano, Chiricò

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce in guardia, la “gemella” Aprilia cerca la vittoria di prestigio

LeccePrima è in caricamento