Giovedì, 24 Giugno 2021
Sport

Il Lecce ritrova il goal e risale in classifica. Doppietta di Moscardelli, chiude Gustavo

Dopo due turni senza marcatura, i giallorossi vanno a segno tre volte contro l'Aversa Normanna che solo nel finale trova l'incrocio dei pali su punizione. L'attaccante manca la tripletta cogliendo il palo a dieci minuti dalla fine, la terza rete è di Gustavo. Recuperati due punti a Casertana e Matera

Il goal di Gustavo per il 3 a 0 (foto Chilla).

LECCE – La partita del Lecce contro l’Aversa Normanna inizia con una modifica last minute alla formazione: Lopez accusa problemi intestinali nel riscaldamento e viene sostituito da Di Chiara. Filipe Gomes dalla tribuna si accomoda in panchina. Lepore e Gustavo sono gli esterni a sostegno di Moscardelli, mentre Beduschi prende il posto di Mannini, con Diniz e Abruzzese schierati come centrali difensivi.

L’inizio di gara è abbastanza contratto per i giallorossi, evidentemente gravati dalle scorie di due sconfitte consecutive, e caratterizzato da qualche errore di troppo nell’impostazione. Così l’avvicinamento alla porta di Lagomarsini è graduale ma efficace: il primo tiro è di Herrera, fuori, il secondo di Lepore, respinto dal portiere poi – dopo un tentativo senza pretese di Mosciaro arriva il vantaggio del Lecce: l’azione non è fluida, ma Moscardelli al 13’ difende bene la sfera al limite dell’area e conclude con successo a rete.

Cinque minuti dopo l’Aversa Normanna, approfittando di un errore di Abruzzese, ha l’occasione per far male ai padroni di casa, ma Mosciaro sbaglia la misura del passaggio a Mangiacasale. Al 20’ Herrera sfiora la marcatura con un’esecuzione pregevole dal punto di vista tecnico dopo uno svarione di Esposito su cross basso di Beduschi. I campani sono disposti bene in campo da mister Marra, ma la cifra tecnica non è delle migliori e allora, dovendo tentare il recupero, prestano il fianco al Lecce con una certa facilità: al minuto 28 Moscardelli trova l’opposizione di Lagomarsini e al 35’ tenta di sorprendere l’estremo ospite con un tiro effettuato da prima della metà campo. Il pubblico apprezza. In chiusura di primo tempo due tentativi di Salvi: il primo finisce fuori, il secondo, respinto dal portiere, diventa un assist per il centravanti del Lecce che trova così il secondo sigillo personale. Papini, proprio allo scadere della frazione, viene ammonito e si tratta di un giallo che gli costa la squalifica per il prossimo turno, a sabato a Catanzaro.

Nella ripresa gli ospiti si ripresentano in campo con De Luca e Sassano per Capua e Mosciaro, ma la sostanza non cambia: il primo a cercare lo specchio della porta è Lepore, ma la sua conclusione termina oltre la traversa, così come quella, subito dopo, di Moscardelli. Finisce al lato, al 52’, un tiro di Di Chiara. L’Aversa Normanna si fa viva dalle parti di Caglioni al 54’ con Mangiacasale e poi invoca un calcio di rigore, ma l’arbitro Mainardi è vicino all’azione e non interviene. Al 58’ il Lecce chiude i conti: Salvi serve in area di rigore Gustavo e il brasiliano supera Lagomarsini in uscita.

La partita prosegue sostanzialmente a senso unico. Moscardelli è in cerca della tripletta e di occasioni ne he diverse: per tre volte di testa,  poi all’80’ colpisce il palo, con un tiro di sinistro dopo un grossolano errore di un difensore. Anche Gustavo potrebbe riassaporare la gioia del goal ma la sua conclusione, al minuto 66, è respinta dal portiere. Intanto Bollini ha mandato in campo Doumbia per Gustavo (69’) e Mannini per Herrera (74’). All’82’ Sassano frana in area di rigore e viene ammonito per simulazione. L’allenatore dei salentini concede qualche minuto a Miccoli che entra tra gli applausi dei tifosi: è stato lui il primo ad abbracciare Moscardelli e Gustavo in occasione dei goal del Lecce. L’ultima occasione del match è per gli ospiti che colgono l’incrocio dei pali, proprio al 90’, con una bella punizione di Giannusa, entro al 72’ al posto di capitan Catinali.

In attesa che si completi la 31esima giornata, il Lecce ha recuperato due punti a Casertana e Matera che hanno pareggiato in casa contro Benevento e Vigor Lamezia. Se la Juve Stabia dovesse vincere contro l’Ischia, i giallorossi sarebbero comunque a due punti dal quarto posto (Casertana),  che, al momento, vale i play off.

Il tabellino di Lecce-Aversa Normanna 3 a 0.

LECCE (4-3-3): Caglioni; Beduschi, Diniz, Abruzzese (cap.), Di Chiara;  Herrera (74' Mannini), Papini, Salvi, Lepore, Moscardelli (86' Miccoli), Gustavo (69' Doumbia). A disposizione: Scuffia, Vinetot, Filipe Gomes, Embalo. Allenatore: Bollini

AVERSA NORMANNA (4-3-3): Lagomarsini; Balzano, Magliocchetti, Esposito, Amelio; Catinali (cap.) (72' Giannusa), Geroni, Capua (46' De Luca); Mangiacasale, De Vena, Mosciaro (46' Sassano). A disposizione: Despucches, Scognamillo, Giannattasio,  Del Prete. Allenatore: Marra

Marcatori: 13' e 44' Moscardelli, 58' Gustavo

Ammoniti: 17' Di Chiara, 38' Catinali, 45' Papini, 82' Sassano

Arbitro: Mainardi

?Spettatori 3321 di cui 2228 abbonati e 1093 paganti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce ritrova il goal e risale in classifica. Doppietta di Moscardelli, chiude Gustavo

LeccePrima è in caricamento