Il Lecce conquista la finale. Ferreira Pinto e Zigoni infiammano lo stadio

I giallorossi eliminano il Benevento vincendo per 2 a 0. Nel primo tempo padroni di casa in vantaggio con l'esterno brasiliano, il raddoppio arriva dall'ariete subentrato a Beretta. Per gli ospiti un palo e due reti annullate per fuorigioco

L'esultanza dopo il primo goal.

LECCE – Il Lecce è in finale: domenica prossima, ancora una volta al “Via del Mare”, il match di andata contro il Frosinone, che ha eliminato il Pisa (2 a 1). I salentini hanno vinto 2 a 0 contro il Benevento grazie ai goal di Ferreira Pinto, con un tiro in diagonale da posizione ravvicinata nel primo tempo, e di Zigoni sul finale di partita, sugli sviluppi di un lancio di Bogliacino, subentrato a Miccoli al minuto 61.

I sanniti, come ci si aspettava, hanno venduto cara la pelle. Dopo il vantaggio leccese hanno reagito con prontezza, avanzando il baricentro del loro gioco. E al 40’ hanno colpito il palo con un colpo di testa di Padella, abile a raccogliere un calcio d'angolo nel cuore dell'area.

Nel secondo tempo la pressione beneventana è progressivamente calata, mentre il Lecce ha dimostrato di essere in buona condizione fisica, concedendo qualcosa in termini di metri di campo, ma molto meno dal punto di vista delle occasioni: da segnalare un goal annullato per fuorigioco a Guerra, a cinque minuti dal 90’ (e un altro ad Evacuo, nei minuti di recupero). Il raddoppio di Zigoni, subentrato a Beretta, ha definitivamente acceso l’entusiasmo del pubblico. 

Primo tempo

Lerda inserisce Vinetot come centrale difensivo al posto di Martinez e conferma Salvi al fianco di Papini (Amodio finisce per la seconda volta consecutiva in tribuna). Al Benevento manca Di Deo, fuori per infortunio, ma c’è Melara dal primo minuto sulla corsia destra, mentre Celjak prende il posto di Dicuonzo, autore nella gara di andata della deviazione nella propria porta sulla punizione di Miccoli per il vantaggio momentaneo del Lecce.

L’abbrivio dell'incontro vede le due squadre studiarsi, ma sin dall’inizio i salentini dimostrano un efficace presidio delle corsie laterali e in generale di tutte le zone del campo, a differenza di quanto fatto vedere una settimana addietro. Gli ospiti non si lasciano intimorire e collezionano due corner nel giro di un minuto, ma la prima vera occasione del match è quella che Ferreira Pinto trasforma nel vantaggio leccese. L’azione del primo goal nasce da un ottimo pressing di Beretta nei confronti del portatore di palla avversario.

Il brasiliano è tra i più in palla: al 33’ riesce a indirizzare un tiro, ma questa volta finito alto, verso la porta di Baiocco, che 6 minuti dopo è costretto a bloccare in tuffo una deviazione ancora di Ferreira Pinto abile a intercettare nell'area avversaria un lancio lungo di Caglioni. Il Benevento sfiora il pareggio al 40’ con Padella che di testa colpisce in pieno il palo alla sinistra dell’estremo del Lecce. L’ultima opportunità della prima frazione è per Doumbia che però non inquadra lo specchio della porta da buona posizione.

Secondo tempo

La ripresa del gioco dopo l’intervallo vede subito i campani nell’area di rigore avversaria: al 48’ il tiro di Negro finisce al lato nell'incredulità dei mille tifosi giunti da Benevento. Al 51’ Miccoli rimedia un cartellino giallo (l’unico della gara) per proteste: sanzione, pesante, quella per il capitano del Lecce, che era in diffida e che invece di un rigore, come reclamato dopo una bella rovesciata, sarà domani squalificato e non potrà quindi disputare la prima partita contro il Frosinone. Dieci minuti dopo, al suo posto, entra Bogliacino: la mossa di Lerda, azzeccata, è quella inserire un portatore di palla.

Fabio Brini risponde con Campagnacci per Mancosu, decisamente sotto tono nel secondo tempo. Il Benevento assume un profilo tattico più offensivo, cercando sempre di tenere quattro uomini sulla linea di attacco. Guerra, entrato al posto di Negro al 72’, si vede annullare un goal al minuto 85 per fuorigioco: la sua deviazione su un primo colpo di testa viene dunque vanificata dall’assistente dell’arbitro, Ros di Pordenone, che ha diretto con autorevolezza e dispensando una sola ammonizione.

Al 76’ l’allenatore del Lecce inserisce Zigoni per Beretta, cambiando quindi completamente volto al suo attacco: e anche questa sostituzione si rivela determinante perché proprio dal neo entrato, al minuto 87, arriva il liberatorio raddoppio, seppur con un rimpallo fortuito. Poco prima Caglioni era stato costretto a lasciare il suo posto a Perucchini per un infortunio muscolare. L’ultimo cambio del match vede Doninelli in campo per Davì. Gli ospiti non si danno per vinti e per ben due volte, nei cinque minuti di recupero, vanno vicino alla marcatura: prima con Evacuo, di testa, ma la sua posizione è irregolare e segnalata per tempo all’arbitro, poi ancora con Guerra che da pochi metri colpisce a botta sicura, ma la scivolata di Lopez è tanto disperata quanto provvidenziale.

Finisce con il “Via del Mare” in festa, al termine di una partita che il Lecce ha vinto con merito trovando la chiave di lettura giusta sia dal punto di vista tattico che da quello mentale. Ed è già conto alla rovescia per la doppia sfida al Frosinone che vale la serie B.

Il tabellino di Lecce-Benevento 2 a 0

LECCE : Caglioni (82’ Perucchini); Diniz, Vinetot, Abruzzese, Lopez; Salvi, Papini; Ferreira Pinto, Beretta (76’ Zigoni), Doumbia; Miccoli (cap.) (61’ Bogliacino)i. A disposizione:  Martinez, De Rose, Barraco, Sales. Allenatore: Chini

BENEVENTO: Baioco, Celjak, Mengoni (cap.), Padella, Som; Agyei, Davì (88' Doninelli); Melara, Mancosu (67’ Campagnacci), Negro (72’ Guerra); Evacuo. A disposizione: Piscitelli, Milesi, Dicuonzo, Montiel. Allenatore: Brini

Marcatori: 20’ Ferreira Pinto, 87’ Zigoni

Ammoniti:  51’ Miccoli

Arbitro: Ros di Pordenone

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spettatori: 8896 di cui mille da Benevento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento