Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport

Il ritorno di Trinchera: sarà di nuovo direttore sportivo del Lecce

Salentino doc, con i giallorossi iniziò la carriera da calciatore. Soddisfatta la società: è stato, peraltro, il primo con lo stesso ruolo incaricato dall'attuale proprietà giallorossa

LECCE - Stefano Trinchera torna a casa. Salentino doc, una carriera da calciatore iniziata proprio con la maglia giallorossa, per poi proseguire altrove e, una volta appese le scarpette al chiodo, restare nel mondo del calcio con vesti dirigenziali, a lui la società di via Costadura ha deciso di riaffidare il ruolo di direttore sportivo.

L’annuncio ufficiale è stato comunicato questa mattina dall’Unione sportiva Lecce. Trinchera ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno del 2023. Entrerà, dunque, a far parte dell’area tecnica coordinata dal direttore generale Pantaleo Corvino. Soddisfatta la società per questo ritorno, dato che Stefano Trinchera è stato il primo direttore sportivo incaricato dall'attuale proprietà giallorossa. Dunque, per lui un vero e proprio attestato di stima e fiducia.

Da calciatore, ruolo difensore, Trinchera entrò a far parte della rosa del Lecce nella stagione 1991-92, in serie B. I giallorossi arrivarono ottavi dopo una stagione altalenante, iniziata con Albertino Bigon, sostituito in corsa con Aldo Sensibile dalla 19esima giornata. Bigon riprese poi le redini alla 25esima di campionato.

Molto più soddisfacente l’annata successiva: nel 1992-93, con la formazione affidata a Bruno Bolchi, i giallorossi centrarono la promozione in serie A giungendo terzi in classifica a pari merito con il Piacenza (quarti, considerando la differenza reti). Tuttavia, nella stagione 1993-94, in cui Trinchera collezionò 25 presenze nella massima divisione, con Sonetti esonerato e sostituito da Rino Marchesi, i salentini arrivarono 18esimi, ritornando fra i cadetti.

Peggio ancora andò nel 1994-95: il Lecce, che cambiò tre tecnici (Luciano Spinosi, Edy Reja e Piero Lenzi), giunse 20esimo in classifica, retrocedendo in serie B. Trinchera disputò 19 gare e si accomiatò dai salentini, per indossare (soprattutto in serie C) le maglie di Casarano, Giulianova, Trapani, Turris, Avellino, Crotone, Reggiana, Brindisi, Manfredonia, Ternana, di nuovo Brindisi e chiudere la carriera a Leverano, nelle serie minori, dove, nel 2010-11, ha rivestito il doppio incarico di giocatore e direttore sportivo.

Sempre come direttore sportivo, è stato successivamente ingaggiato dalla Virtus Francavilla e poi proprio dal Lecce, nel 2015-16, stagione in cui i salentini, iniziando con mister Antonino Asta, e proseguendo la stagione con Piero Braglia dalla 7esima, sono arrivati terzi, per essere putroppo eliminati nelle semifinali dei playoff per la serie B dal Foggia.

Tornato alla Virtus Francavilla e poi divenuto direttore sportivo del Cosenza dal 2017, nel 2018 con i silani Trincheta ha raggiunto la promozione in serie B. Ora, per lui, il momento di ritornare a lavorare per l’area tecnica del suo Lecce.          

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritorno di Trinchera: sarà di nuovo direttore sportivo del Lecce

LeccePrima è in caricamento