Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Con Doumbia e Lepore il Lecce centra la rimonta. Decisive le sostituzioni

Il Catanzaro va in vantaggio nel primo grazie ad un errore della difesa. Nel secondo tempo la gara cambia volto con Costa Ferreira e con l'esterno leccese

Padalino, a destra, con Di Corcia.

CATANZARO – Nel giro di una manciata di minuti il Lecce si prende l’intera posta in palio che fino al minuto 69 era appannaggio del Catanzaro, abile a sfruttare un regalo della difesa giallorossa sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 28’ quando Prestia è stato lasciato libero di colpire di testa da distanza ravvicinata.

Determinanti le sostituzioni effettuate da Padalino con l’ingresso di Costa Ferreira per Tsonev al 62’ e di Lepore per Pacilli al 70’. Non è infatti probabilmente un caso se ad ognuno di questi cambi è seguita una marcatura: prima con Doumbia al 69’ e poi proprio con Lepore al 76’.

Il francese ha chiuso un’azione da lui stesso partita sulla fascia sinistra e poi rifinita da un tocco di Pacilli che ha lo messo in condizione di aggirare De Lucia e spingere la palla in rete. Il calciatore leccese ha invece superato l’estremo di casa con un colpo di testa sul perfetto cross di Caturano che continua a fare un gran lavoro per la squadra.

Invertita l’inerzia della partita per il Lecce è stato abbastanza agevole controllare il prosieguo del match anche perché il Catanzaro è calato nella tenuta fisica proprio quando aveva bisogno di dinamismo, dopo oltre due terzi di gara disputati nella propria metà campo con i reparti molto compatti a chiudere ogni tentativo dei salentini.

Nella prima parte della partita la squadra di Padalino aveva esercitato un netto possesso palla, caratterizzato però da una sfilza di errori, soprattutto con Mancosu e Pacilli, che avevano reso la manovra prevedibile. Ciò nonostante un paio di occasioni abbastanza pulite il Lecce le ha avute: in apertura Doumbia, dopo un efficace dribbling, ha lasciato partire un tiro sbilenco; in chiusura sempre il francese ha mancato il momento dell'agevole conclusione a rete anticipato da Sirri.

Con la vittoria a Catanzaro il Lecce riaggancia il Matera al primo posto e può già iniziare a preparare la trasferta di sabato a Caserta.

Il tabellino di Catanzaro-Lecce 1 a 2

CATANZARO (4-4-2): De Lucia; Pasqualoni, Prestia, Sirri, Sabato (75’ Mancosu); Icardi, Carcione (77’ Cunzi), Maita, Esposito; Giovinco (84’ Basrak), Sarao.  A disposizione: Razzitano, Patti, Pagano, Campagna, Van Ransbeeck, Imperiale. Allenatore: Zavettieri

LECCE (4-3-3): Bleve; Vitofrancesco, Drudi, Cosenza (cap.), Agostinone; Mancosu, Arrigoni, Tsonev (62’ Costa Ferreira); Pacilli (69’ Lepore), Caturano, Doumbia (83’ Torromino). A disposizione: Chironi, Monaco, Vinetot, Maimone, Ciancio, Fiordilino, Persano. Allenatore: Padalino

Marcatori: 28’ Prestia, 69’ Doumbia, 76’Lepore

Ammoniti: 54’ Carcione, 59’ Tsonev, 60’ Vitofrancesco, 73’ Sirri, 82’ Pasqualoni

Arbitro: Camplone; assistenti: Spensieri e Perrotti

Classifica: Matera e Lecce 49, Foggia 47, Juve Stavia 44, Cosenza e Virtus Francavilla 36, Catania 32, Fondi e F.Andria 31, Casertana 30, Siracusa 29, Monopoli 28, Paganese e Messina 24, Taranto, Reggina e Akragas 21, Catanzaro 18, Melfi 17, Vibonese 15.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con Doumbia e Lepore il Lecce centra la rimonta. Decisive le sostituzioni

LeccePrima è in caricamento