Sport

Il Lecce ne prende quattro e Cosenza si fa male alla spalla: Asta attende le mosse di mercato

La corsa dei giallorossi in Coppa Italia si ferma al secondo turno. I romagnoli hanno dimostrato un'altra levatura rispetto a quella dei salentini che ora devono prepararsi al meglio per l'avvio del campionato di Lega Pro, previsto per il 6 settembre

LECCE – Si ferma alla stazione di Cesena la corsa del Lecce in Coppa Italia. La gara del “Manuzzi”, valida per il secondo turno di Coppa Italia, si è conclusa con un netto 4 a 0 per gli uomini di mister Drago.

Nel primo tempo i giallorossi hanno disputato una prestazione dignitosa e, ad inizio ripresa, con il risultato di 1 a 0 per i padroni di casa, sono andati vicinissimi al pareggio con Doumbia, ma poi hanno perso Cosenza per un infortunio (sospetta frattura alla clavicola) e quindi hanno ceduto alla superiorità dei romagnoli. Le reti sono state siglate da Ragusa al 13’, da Rodriguez ai minuti 60 e e 75 e con Molina al 67’.  

Mister Asta ha schierato, davanti a Benassi, Beduschi, Cosenza (57’ Abruzzese), Gigli e Kalombo, quindi De Feudis (77’ Mannini), Papini e Lepore, Herrera (68’ Suciu), Moscardelli e Doumbia.

Indipendentemente dall’entità dell’infortunio di Cosenza, il match ha confermato l’esigenza di inserire in organico almeno quattro o cinque nuovi elementi perché il Lecce possa ambire alle posizioni di vertice del prossimo campionato, al cui inizio mancano quattro settimane circa. Il tecnico giallorosso ha detto più volte di attendere con pazienza i rinforzi, ma di volerne disporre con un margine sufficiente di anticipo in modo da poter schierare già per la prima giornata una squadra molto vicina a quella che poi sarà la definitiva.

Il club giallorosso è dunque ora chiamato a dare consistenza tecnica al progetto di rilancio che, al momento, ha destato un vivo interesse nella tifoseria come testimonia il dato degli abbonamenti sottoscritti, circa 3500.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce ne prende quattro e Cosenza si fa male alla spalla: Asta attende le mosse di mercato

LeccePrima è in caricamento