rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
In campo sabato alle 14

Lecce, di nuovo coperta corta in difesa. Convocato Di Mariano

Simic è influenzato, Dermaku un risentimento al polpaccio e Tuia è rientrato da pochi giorni in gruppo: possibile che a Parma Baroni faccia ricorso a Calabresi, in coppia con Lucioni

LECCE – Sono 21 i calciatori del Lecce partiti alla volta di Parma con un volo charter. Non è certo periodo di abbondanza questo, per mister Baroni: gli indisponibili sono Dermaku (risentimento al polpaccio), Simic (stato influenzale) oltre a Faragò, Gabriel e Bleve alle prese con il percorso di recupero dalle lesioni muscolari rimediate.

Fa parte della lista Di Mariano, assente nelle ultime sei uscite: l’esterno offensivo potrebbe anche essere impiegato a partita in corso: “Non lo porto in gita – ha spiegato l’allenatore in conferenza -, se ci sarà bisogno, ci farò un pensiero”. Il nodo da sciogliere è certamente quello del partner di Lucioni al centro della difesa: Tuia è rientrato in gruppo solo da un paio di giorni e allora Baroni potrebbe dirottare nuovamente Calabresi, con Gendrey nel suo ruolo naturale di terzino destro.

Per il resto il tecnico fiorentino ha più frecce al suo arco: possibile che Rodriguez parta al fianco di Coda e di Strefezza, con Listkowski, Asencio e Ragusa pronti a subentrare. L’importante, al di là dei moduli e degli interpreti, è utilizzare le corsie esterne, dare profondità alle azioni: la convergenza al centro, tanto di moda a Cosenza, è un errore da non ripetere. Ma ancora più importante, ha sottolineato Baroni, sarà avere la testa “accesa”.

Il tecnico del Lecce si è detto sollevato dalla prospettiva della pausa che seguirà all’impegno di Parma – si ritornerà poi in campo il 2 aprile, in casa contro il Frosinone – e ha difeso a spada tratta il suo gruppo: “In 52 giorni abbiamo giocato 14 partite. Considerando la rifinitura e il giorno dopo, per ciascuna, restano solo dieci allenamenti veri e propri: noi siamo una squadra che fonda il suo gioco, tanto offensivo quanto difensivo, sulla qualità. I ragazzi non sono macchine, stanno dando fondo a tutte le energie fisiche e mentali. A loro dico grazie, ai tifosi che ci giocheremo ogni restante gara come fosse l’ultima. Non lasceremo nulla di intentato”.

Baroni in apertura di conferenza aveva commentato le dichiarazioni rese dal presidente Sticchi Damiani proprio alla vigilia della partita di Cosenza: “Ha dato forza a tutte le componenti del nostro ambiente. Ha ricordato che il progetto è partito a giugno sulla base di un cambiamento negli uomini e nel sistema di gioco, puntando sulla patrimonializzazione del parco tecnico tenendo presenti i vincoli di un certo rigore finanziario. Ha ricordato che noi facciamo calcio con le idee. Pensate alla storia di Gasperini all’Atalanta: tutti i progetti hanno bisogno di sostenitori, non di demolitori. Io sono molto orgoglioso di far parte di questo club”.

Queste le partite in programma sabato per la 31esima giornata: Monza-Crotone; Ternana-Alessandria; Parma-Lecce; Reggina-Cosenza; Frosinone-Benevento; domenica: Vicenza-Ascoli; Pisa-Cittadella; Perugia-Como; Spal-Cremonese; Pordenone-Brescia.

La classifica è la seguente: Cremonese 56; Lecce e Pisa 55; Monza 54; Brescia 53; Benevento 51; Ascoli 49; Frosinone 48; Perugia 46; Cittadella 44; Reggina 40; Parma, Ternana, Como 38; Spal 32; Alessandria 25; Cosenza 24; Vicenza 21; Crotone 19; Pordenone 13.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce, di nuovo coperta corta in difesa. Convocato Di Mariano

LeccePrima è in caricamento