Sabato, 19 Giugno 2021
Sport

Caturano accende il Lecce e il Ciliverghe cede, finisce 3 a 0

Nel primo turno di Tim Cup, i giallorossi faticano per metà primo tempo. Di Lepore su rigore e Torromino, nella parte finale di gara, le altre reti. Domenica a Vercelli per il secondo turno

LECCE - Con gol di Caturano, Lepore su rigore e Torromino il Lecce supera il Ciliverghe Mazzano e accede al secondo turno di Tim Cup: domenica prossima sarà ospite della Pro Vercelli.

Mister Rizzo schiera una linea offensiva composta da Pacilli, Caturano e Di Piazza, mentre Lepore fa il laterale destro con Di Matteo dall'altra parte. Cosenza è fuori servizio per squalifica, Marino e Drudi sono i centrali.

Con le gambe ancora molto pesanti dopo il duro lavoro svolto in ritiro, i giallorossi hanno faticato parecchio per trovare un ritmo accettabile: basti pensare che il primo tiro verso la porta di Trilli è arrivato al 18' ma gli ospiti, già al minuto 8 avevano chiamato in causa Perucchini con una gran conclusione di capitan Carobbio, deviata in corner. La seconda occasione per i bresciani è arrivata al 23' con un colpo di testa del centrale difensivo Andriani, terminata al lato. 

Il vantaggio del Lecce si è materializzato quasi all'improvviso, grazie al tempismo di Caturano che ha ribadito in rete una respinta di Bitihene su colpo di testa di Drudi. Sbloccato il risultato il Lecce si è scrollato di dosso un poco di ruggine e con Costa Ferreira, due volte, Drudi e ancora Caturano si sono resi ancora pericolosi. E' stato in particolare il difensore centrale a sfiorare il raddoppio: dopo aver controllato la sfera in area sugli sviluppi di un corner, il suo tiro si è stampato sulla traversa. Prima dell'intervallo Andriani ha trovato ancora il modo di colpire di testa, per fortuna senza inquadrare la porta.

La ripresa non ha avuti sussulti fino all'80' quando l'arbitro, Massimi, ha concesso al Lecce un calcio di rigore per fallo di mano in area su cross di Pacilli che, un attimo prima, aveva completamente mancato l'appuntamento con il pallone su ottimo assist di Di Matteo. Lepore, dal dischetto, realizza con sicurezza. I lombardi, a quel punto, si sono disuniti completamente e per i padroni di casa c'è stato il tempo di trovare il terzo centro, con Torromino che capitalizza il suggerimento di Caturano al termine di una ripartenza rapidamente innescata da un recupero di Arrigoni sulla trequarti. Prima del fischio finale c'è stato qualche minuto a disposizione del giovane lituano Megelaitis, entrato proprio al posto del numero sei, ma anche Enoch Barwuah, fratello minore di Mario Balotelli, in forza alla squadra bresciana.

Il tabellino di Lecce-Ciliverghe Mazzano 3 a 0

LECCE (4-3-3): Perucchini; Lepore (cap.), Marino, Drudi, Di Matteo; Costa Ferreira, Arrigoni (83' Megelaitis), Mancosu (68' Ciancio); Pacilli, Caturano, Di Piazza (53' Torromino). A disposizione: Chironi, Vicino, Riccardi, Valeri, Monaco, Persano, Turchetta, Tsonev. 

CILIVERGHE MAZZANO: Trilli, Torri, Daeder, Carobbio (cap.), Andriani, Minelli, Trajkovic, Ragnoli, Del Bar (65' Minessi), De Angelis (89' Barwuah), Bithiene (77' Comotti). A disposizione: Poffa, Sanni, Cazzago, Chinelli, Cassiano, Miglio, Betella, Guerini, Muchetti.

Marcatori: 25' Caturano, 81' Lepore (rigore), 82' Torromino
Ammoniti: 37' Caturano e Andriani, 85' Carobbio.

Arbitro: Massimi. Assistenti: Perrotti e Cantiani. Quarto uomo: Ayroldi. 
Spettatori: 3166

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caturano accende il Lecce e il Ciliverghe cede, finisce 3 a 0

LeccePrima è in caricamento