rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Sport

Coppa Italia: il Lecce vince con il Foggia. Al Via del Mare solo 536 paganti

I giallorossi si qualificano al secondo turno della competizione di Lega Pro. In rete Beretta al 22'. I dauni giocano una partita generosa e sfiorano il pari in un paio di occasioni. Buona la prova di Sacilotto in mediana e di Doumbia sulla fascia sinistra

LECCE – Dopo quasi due mesi il Lecce torna a vincere ed è già una notizia. Questa sera , battendo il Foggia per 1 a 0, i giallorossi hanno ripreso confidenza con un risultato che mancava dall’11 agosto, quando la squadra salentina vinse a Terni per 4 a 2 nella Coppa Italia, quella “vera”. Da quel giorno le cose sono andate sempre peggio, fino all’esonero di mister Francesco Moriero maturato dopo la sconfitta interna contro il Catanzaro, la quarta consecutiva dall’inizio del campionato.

Certo, una vittoria, peraltro sofferta e risicata nel punteggio nella Coppa Italia di Lega Pro non può certo essere considerata la panacea di tutti i mali, ma è pur sempre qualcosa ed il Lecce, di questi tempi, non può snobbare nulla. Franco Lerda, davanti a solo 536 spettatori paganti, ha mandato in campo la formazione ampiamente annunciata alla vigilia, una sorta di Lecce2 con Sacilotto in mediana, Doumbia sulla fascia sinistra e Vinetot, capitano, centrale con Ferrero. La concessione della fascia ha voluto essere un’iniezione di fiducia per il centrale francese che l’allenatore piemontese vuole riportare a livelli accettabili dopo una partenza disastrosa.

Il Lecce si è reso subito pericoloso: Beretta, al terzo minuto, ha fallito un’occasione clamorosa a tu per tu con il portiere Micale. L’attaccante di scuola Milan si è però fatto perdonare al 22’ quando ha controllato a seguire un bel lancio del giovane Monaco ed ha superato l’estremo dauno in uscita. Il Foggia di Padalino, che costretto a sostituire l’infortunato Colombaretti al 7' (al suo posto Sciannamè), non si è scomposto ed ha cercato, ben disposto in campo, di rendersi pericoloso. Nel secondo minuto di recupero della prima frazione di gioco, sugli sviluppi di un corner, gli ospiti sono andati vicini al pareggio grazie ad una deviazione fortuita nata da un contrasto tra Nunzella e Agnelli.

Ad inizio ripresa Lerda ha mandato in campo Salvi per Monaco, mentre il Foggia aveva già fatto ricorso, al 41’, alla seconda sostituzione, con Agostinone al posto dell’infortunato Sicurella. I rossoblu, dopo tre minuti dalla ripresa delle ostilità, hanno mancato il goal dell’1 a 1 con Zizzari, al termine di un’azione rocambolesca nella quale prima il palo e poi la reattività di Bleve avevano detto di no al tiro di Agnelli. Il Lecce si è affidato quasi sempre alle veloci ripartenze di Doumbia sul settore sinistro del campo mentre dall’altra parte Melara, in condizioni meno buone, si è preoccupato di garantire copertura. I giallorossi hanno eseguito con disciplina le indicazioni tattiche di Lerda, ma non si sono mai resi pericolosi.  La formazione di Padalino, da parte sua, non ha smesso di crederci fino all’ultimo pallone disponibile e proprio un attimo prima che l’arbitro, Lazzari di Arezzo, fischiasse la fine del match, Cavallaro (subentrato a D’Allocco) concludeva alto, di testa, a due passi dalla porta. 

Domani Miccoli e compagni saranno nuovamente al lavoro per preparare il secondo derby della settimana, quello di campionato contro il Barletta, sempre al Via del Mare. E proprio i biancorossi, che hanno superato per 3 a 1 la Paganese, saranno gli avversari del secondo turno di Coppa Italia.

Un derby davanti a pochi intimi

Il tabellino di Lecce - Foggia 1 a 0.

LECCE (4-4-2): Bleve; D’Ambrosio, Vinetot (cap.), Ferrero, Nunzella; Melara, Sacilotto, Monaco (46’ Salvi) Doumbia; Beretta (66’ Bellazzini), Zigoni. A disposizione: Petrachi, Risolo, Guadalupi, Montinaro, Versienti. Allenatore: Lerda

FOGGIA (3-5-2): Micale; Savarise, D’Angelo, Pambianchi, Licata; Colombaretti (7’ Sciannamè), Agnelli (cap.), Sicurella (41’ Agostinone), D’Allocco (86' Cavallaro); Zizzari, Leonetti. A disposizione: Narciso,  Grea, Venitucci, Giglio. Allenatore: Padalino.

Arbitro: Lazzari di Arezzo.

Marcatori: 22’ Beretta.

Ammoniti: 48’ Licata (F); 62’ D’Ambrosio (L) ; 68’ Ferrero (L), 77’ Bellazzini (L); 81’ Micale (F) e Zigoni (L).

Spettatori: 536.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia: il Lecce vince con il Foggia. Al Via del Mare solo 536 paganti

LeccePrima è in caricamento