Sport

Il Lecce parte tra gli applausi: 5 a 0 al Foligno. A segno anche Miccoli e Moscardelli

Nel primo turno di Coppa Italia i giallorossi travolgono la formazione umbra e sabato sono attesi dallo Spezia. Rosafio e Papini in rete nel primo tempo. Nella ripresa doppietta del capitano e infine il penalty realizzato dall'ex bolognese

Il rigore calciato da Davide Moscardelli (foto di Salvatore Chilla).

LECCE – Nel primo impegno ufficiale della stagione, il Lecce liquida il Foligno (serie D) con il risultato di 5 a 0 e accede al secondo turno della Tim Cup, nel quale affronterà in trasferta lo Spezia (serie B), sabato prossimo.

Nel primo tempo sono andati a segno Rosafio, autore di un gran tiro di sinistro al minuto 16 che non ha lasciato scampo a Biscarini e Papini, che si è avventato sulla sfera, in piena area di rigore, dopo una carambola che si è trasformata in un assist che il centrocampista ha sfruttato nel migliore dei modi. Nella ripresa, tra il 53’ e il 58’ il doppio sigillo di Miccoli: nella prima circostanza il bomber ha approfittato di una clamorosa svirgolata di Ciurnelli per infilare l’estremo umbro e poi, nella seconda è arrivato a rimorchio di una percussione di Papini e ha ribadito in rete dopo una respinta del portiere. Al minuto 72 è andato a segno, su calcio di rigore, anche Davide Moscardelli, entrato nella ripresa al posto di Della Rocca: nell’occasione Miccoli ha dato al collega di reparto la possibilità di realizzare la prima marcatura con la maglia del Lecce. E il pubblico presente al Via del Mare – 3840 spettatori – ha sottolineato con un fragoroso applauso l’intesa tra i due attaccanti.

Mister Lerda, squalificato fino ai primi giorni di ottobre, ha schierato in porta Bleve, che comunque dovrebbe essere ceduto in prestito, Rosafio come esterno destro di centrocampo e Sacilotto come centrale difensivo, accanto ad Abruzzese. Una mossa dettata anche dalla necessità di ovviare alle tante squalifiche che il Lecce dovrà scontare nella prima giornata del campionato: oltre a Caglioni, resteranno in tribuna anche Diniz, Abruzzese, Lopez , Martinez e Vinetot.

Da segnalare anche la traversa colpita da Miccoli al 20’ quando, servito da Della Rocca, ha eluso l’uscita del portiere allargandosi sulla destra, ma il suo tiro da posizione defilata si è stampato sul legno. Per gli ospiti due conclusioni a fil di palo: una di Fondi al 18’ e l’altra di Vegnaduzzo proprio nell’ultima azione della prima frazione. Da verificare le condizioni di Miccoli che, proprio sul finire, ha accusato un malanno muscolare alla coscia sinistra e non ha disputato i tre minuti di recupero.

Il tabellino di Lecce-Foligno 5 a 0

LECCE: Bleve; Donida, Sacilotto, Abruzzese, Lopez; Rosafio (75’ Bogliacino), Salvi, Papini, Doumbia (59’ Carrozza); Miccoli (cap.), Della Rocca (59’ Moscardelli). A disposizione: Chironi, Brunetti, Martinez, Kalombo, Amodio, Persano, Cicerello, Caglioni. Allenatore: Lerda

FOLIGNO: Biscarini; Petterini, Ciurnelli, Adamo, Calzola; Coresi (cap.), Montanari (62’ Chiani), Menchinelli; Urbanelli, Fondi (62’ De Costanzo), Vegnaduzzo (73’ Luchini). A disposizione: Palmieri, Fanini, Agostini, Marani. Allenatore: Petrini

Marcatori: 16’ Rosafio, 43’ Papini, 53’ e 58’ Miccoli, 72’ Moscardelli (rig.)

Ammoniti:

Arbitro: Paoloni di Ascoli Piceno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce parte tra gli applausi: 5 a 0 al Foligno. A segno anche Miccoli e Moscardelli

LeccePrima è in caricamento