menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Trevisan in una foto messa a disposizione dalla famiglia.

Luigi Trevisan in una foto messa a disposizione dalla famiglia.

Lecce, morto l'ex mezzala Trevisan: nel 1966 il primo gol nel nuovo Via del Mare contro lo Spartak Mosca

Aveva 82 anni: suo il sigillo nella gara inaugurale dell'impianto, contro lo Spartak Mosca. Intanto la Figc decide i criteri per il prosieguo della stagione

LECCE - Un altro pezzo di storia dell'Us Lecce è venuto a mancare: dopo la morte dell'ex portiere, Aldo Nardin, deceduto a fine maggio all'età di 72 anni, si registra quella di Luigi Trevisan, che vestì la maglia giallorossa dal 1963 al 1968. Come ricorda un post del club salentino, la mezzala veneta, che aveva 82 anni, segnò il primo gol in occasione dell'amichevole con lo Spartak Mosca, l'11 settembre del 1966, che sancì l'inagurazione dello stadio di Via del Mare (capienza iniziale di 13mila posti). 

Venendo al calcio di oggi, da segnalare l'esito, scontato, del Consiglio Federale nel quale è stata ribadita e approvata la linea portata avanti dal presidente della Figc, Gabriele Gravina, mentre quella della Lega di Serie A. è risultata in netta minoranza. L'associazione dei club della massima categoria, infatti, si era espressa per il blocco delle retrocessioni in caso di nuova sospensione del campionato, la cui ripresa è stata fissata il 20 giugno. 

La soluzione definita, invece, prevede la disputa di play off e play out - con formula ancora da definire - se il torneo dovesse essere nuovamente interrotto entro il 10-15 luglio, mentre come terza ipotesi, in caso di non ripresa o di nuova interruzione, resta quella dell'applicazione dell'algoritmo, lo schema di calcolo studiato per determinare un ordine tra le squadre in caso di arrivo a parità di punti. In ogni caso, è stato precisato, non sarà utilizzato per assegnare lo scudetto. 

L'algoritmo prevede di sommare ai punti reali ottenuti al momento dell'interruzione, quelli virtuali così calcolati: media punti in casa moltiplicata per il numero di partite ancora da giocare nel proprio stadio più media punti in trasferta moltiplicata per il numero di gare rimaste da disputare fuori. Al momento il Lecce avrebbe quattro decimali in meno del Genoa e, dunque, sarebbe retrocesso. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento