Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

"Calma e gesso", il Napoli è un leone ferito. Serse Cosmi non si illude

Alla vigilia del match contro i partenopei, il tecnico del Lecce richiama tutto l'ambiente alla realtà. Ballottaggio tra Obodo e Bertolacci per sostituire Blasi, Mazzarri pensa di concedere un turno di riposo a Cavani

Il gol di Muriel a Napoli (@TM News/Infophoto)

LECCE - Il fatto di affrontare il Napoli conoscendo il risultato di Milan-Genoa è un vantaggio non da poco che, nella prospettiva "gradualista" di Serse Cosmi, può assumere un significato notevole. Rosicchiare punti attraverso la continuità di risultato, questo il mantra che l'uomo del fiume ha ripetuto sin dal suo arrivo nel Salento. La costanza di rendimento è arrivata - e le due sole sconfitte rimediate nel girone di ritorno lo dimostrano -, il recupero in classifica anche, soprattutto grazie alle due ultime vittorie consecutive (Roma e Catania) che hanno incrementato la media punti stagionale. L'errore, da parte del Lecce, potrebbe però essere quello di voler fare tutto e subito, cercando di scavalcare i grifoni liguri e, magari, raggiungendo la Fioretina impegnata all'Olimpico contro la Roma.

Di questa tentazione è perfettamente consapevole l'allenatore del Lecce, come del resto lo è del particolare stato di forma, fisica e mentale, del suo gruppo. In buona sostanza, i giallorossi non dovrebbero giocare semplicemente per non perdere, ma non faranno passi azzardati per tentare di vincere. Anche perché, di fronte, c'è una signora squadra che non ha ancora perso le speranze di raggiungere il terzo posto e che è "motivata" da un presidente - De Laurentiis - particolarmente esigente, almeno quanto la piazza napoletana. Dopo l'eliminazione dal torneo più prestigioso d'Europa ad opera del Chelsea (14 marzo), Cannavaro e soci hanno ottenuto solo due pareggi e tre sconfitte consecutive.

cavani-2Mazzarri e Cosmi sono alla prese con alcuni dubbi: il primo potrebbe concedere un turno di riposo a qualche elemento - Cavani in primis - particolarmente provato da una stagione condotta ad alta velocità su tre fronti (campionato, Coppa Italia, Champions), il secondo deve fare i conti con la squalifica di Blasi, che in giallorosso sta disputando partite di alto livello dando un contributo fondamentale all'equilibrio della compagine. Per rimpiazzarlo, il tecnico salentino pensa a Obodo, ma anche a Bertolacci. Due soluzioni che implicano due impostazioni diverse, essendo elementi con caratteristiche completamente diverse. All'andata fu una partita senza storia, terminata 4 a 2 per i padroni di casa. Muriel, tuttavia, regalò un paio di magie - tra cui un gol da cineteca - che i tifosi giallorossi sperano di poter rivedere domani, quando in buon numero, dovrebbero sedere sugli spalti del Via del mare.

I convocati del Lecce:

 

Portieri: Benassi, Petrachi
 
Difensori:Di Matteo, Esposito, Miglionico, Brivio, Oddo, Carrozzieri, Tomovic
 
Centrocampisti: Giandonato, Obodo, Giacomazzi, Grossmuller, Cuadrado, Delvecchio, Bertolacci
 
Attaccanti: Corvia, Seferovic, Di Michele, Muriel

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Calma e gesso", il Napoli è un leone ferito. Serse Cosmi non si illude

LeccePrima è in caricamento