menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Mancosu,

Marco Mancosu,

Tutti a bordo: il Lecce a Pagani con l'organico finalmente al completo

Partenza in treno per la comitiva giallorossa: ci sono anche Caturano, Mancosu, Costa Ferreira e Di Matteo. Liverani: "Giocare con pazienza"

LECCE – A bordo del treno che sta portando il Lecce in Campania per la gara di domani contro la Paganese sono saliti proprio tutti. Mister Liverani può infatti contare sull’intera rosa alla luce dei recuperi di Caturano, Costa Ferreira, Di Matteo e Mancosu. Da questo punto di vista il turno di riposo che i giallorossi hanno dovuto affrontare si è rivelato utile, meno per quanto riguarda la classifica con il Trapani che ha raggiunto il Catania, tre punti dietro i salentini.

Il tecnico del Lecce, in conferenza stampa, ha sottolineato l’importanza di avere la massima possibilità di scelta, cosa sulla quale spera di contare fino alla pausa invernale: “La cosa più bella è avere tutta la rosa a disposizione: ne hanno giovato la competizione, l’intensità, la qualità dell’allenamento. Si sono allenati abbastanza bene, qualcuno giocherà dall’inizio, ma questa è la prima di quattro partite: fino al 29 dicembre li voglio tutti pronti perché le partite si cambiano anche in corso, io l’ho sempre detto”.

La Paganese è terz’ultima in classifica con 14 punti, ma non è certo da sottovalutare anche perché il Lecce, pur venendo da una lunga striscia positiva, ha rallentato proprio con le formazioni che occupano la parte bassa della classifica: “Contano molto i momenti in cui le affronti – ha commentato l’allenatore romano -:  abbiamo fatto zero a zero con l’Akragas creando 15 palle gol, la Fidelis Andria ha sempre incassato poco, a Fondi siamo arrivati corti ma credo che le occasioni siano state create anche lì. Non è sempre possibile averne molte, ma è possibile concederne sempre meno agli avversari: se siamo più aggressivi e sfruttiamo bene le nostre opportunità, possiamo diventare davvero forti”.

I campani vengono da uno squillante 3 a 0 in trasferta con la Sicula Leonzio e si sono qualificati, come il Lecce, al turno successivo di Coppa Italia di Lega Pro. Liverani è convinto che l’errore più grande sarebbe quello di partire all’arma bianca: “Giocano a calcio, non la buttano via e hanno attaccanti veloci che attaccano la profondità. Ma è pur vero che si dispongono quasi tutti dietro la linea della palla e quindi noi dobbiamo essere pazienti. Significa non forzare, non essere equilibrati, sapere che dietro ho cinquanta metri da difendere e quindi devo essere attento: se gioco sulla catena di sinistra, tutti quelli che sono a destra in fase di non possesso devono essere pronti a non subire la ripartenza. Noi possiamo fare gol dal primo all’ultimo minuto, ma se durante la partita vado sotto per un contropiede, allora la partita diventa più difficile. Una gara ha molte fasi e noi oggi, con la rosa completa, siamo anche in grado di cambiarla in corso, mantenendo le nostre caratteristiche, aggressività, palleggio”.

Nelle battute finali della conferenza, Liverano ha ripetuto un concetto già espresso in molte circostanza: “Il nostro principale avversario siamo noi stessi: non siamo in grado di pensare a lungo termine, ma siamo bravi a pensare all’immediato. Non possiamo rinunciare alla prestazione, presumendo di vincere”.

Abbonamenti itineranti

Intanto prosegue la campagna abbonamenti per il girone di ritorno, a partire quindi dalla gara del 23 dicembre contro la Virtus Francavilla: al momento ne sono stati sottoscritti meno di un centinaio, ma per lunedì la società ha annunciato un appuntamento itinerante a Minervino di Lecce, presso la Tabaccheria Ippolito Valentino di via Fiume: dalle 15 alle 19 ci saranno il vice presidente Corrado Liguori e i calciatori Andrea Arrigoni, Francesco Cosenza e Mattia Persano con i quali i tifosi potranno farsi immortalare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento