Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Il Lecce vince e torna al secondo posto. Foggia e Casertana un punto dietro

Contro un'indomita Paganese, i giallorossi sbloccano il risultato nel secondo tempo con De Feudis, ma poi restano in dieci. Sabato a Benevento: ai campani manca un punto per la B

L'esultanza dei giocatori e della panchina del Lecce (foto Chilla).

LECCE- Mister Braglia, dopo il passaggio molto difficile delle ultime tre partite, rimescola le carte: quattro sono infatti le novità per il Lecce contro la Paganese: in attacco ci sono sia Caturano che Curiale, a centrocampo De Feudis e Liviero sulla corsia mancina. 

Primo tempo

Al 9’ Curiale, disturbato da un avversario, riesce a concludere ma Marruocco con la mano di richiamo riesce a deviare il pallone. Al minuto 11 Sirignano di testa impegna Bleve che si salva in corner, subito dopo Surraco perde il tempo del passaggio per un veloce contropiede e la Paganese riparte pericolosamente sciupando una buona opportunità con un tiro fuori misura.

Mister Grassadonia riesce a contenere la spinta del Lecce sulla corsie laterali e quando necessario i campani ricorrono al fallo sulla tre quarti di gioco. Al 31' Marruocco sbaglia il rinvio, Curiale intercetta ma il portiere rimedia in calcio d’angolo con un’entrata sulla quale rischia il calcio di rigore. Due minuti dopo Lepore calcia una potente punizione da distanza notevole e l’estremo della Paganese alza in corner. Sul ribaltamento gli ospiti non capitalizzano la superiorità numerica terminando l’azione con un tiro debole e fuori misura.

Al 36’ espulso mister Braglia per proteste. Curiale ci prova al 39’ il suo diagonale sibila alto sul sette, trascorrono due minuti e Caturano da buona posizione calcia di potenza ma Marruocco riesce a toccare con il piede. Al 44’ il portiere si fa male e chiede la sostituzione: entra Borsellini. Nel recupero il Lecce rischia a beffa: cross dalla sinistra, Bleve e Cosenza non si intendono e Cunzi si ritrova addosso la sfera ma il suo tentativo volante termina di poco al lato.

Secondo tempo                 

Il Lecce riparte a testa bassa. Con la Casertana in vantaggio sull’Andria i giallorossi forzano i tempi mentre la Paganese tende a rallentarli.  I salentini riescono finalmente a sbloccare il risultato al 59’ con un gran tiro De Feudis. Al minuto 63 Cosenza, che comunque era già ammonito, rimedia il rosso diretto per spinta su Cunzi lanciato a rete da un colpo di testa dalle retrovie. Punizione dal limite, la barriere respinge e Braglia correi ai ripari: dentro Legittimo per Surraco. Grassadonia risponde con Deli per Esposito. Al 73’ dentro Moscardelli per Caturano e un minuto dopo entra Tommasone per De Vita. Riprende il gioco e Curiale fallisce l’occasione del raddoppio con un tiro ravvicinato sul quale il giovane Borsellini è reattivo opponendosi con i piedi.

All’88’ il Lecce perde anche Abruzzese che lascia il posto a Camisa. Durante i sei minuti di recupero concessi da Piccinini, Sirignano subisce la seconda ammonizione per fallo su Curiale e guadagna gli spogliatoi. Il triplice fischio arrivo oltre il 52’ con i giallorossi che, esausti, resistono agli ultimi ostinati assalti mentre dagli altri campi arriva la notizia della sconfitta del Foggia a Cosenza e delle vittorie di Casertana e Benevento con Andria e Martina.

Alla capolista manca un solo punto per la matematica certezza della promozione in serie B, ma sabato al "Vigorito" sarà di scena proprio il Lecce con l'intento di difendere il secondo posto dalle ambizioni dei dauni e dei rossoblu campani. 

Il tabellino di Lecce-Paganese 1 a 0

LECCE (3-4-1-2): Bleve; Alcibiade, Cosenza, Abruzzese; Lepore, Da Feudis, Papini (cap.), Liviero; Surraco (63’ Legittimo); Caturano (73’ Moscardelli), Curiale. A disposizione: Benassi, Camisa, Lo Sicco, Sowe, Doumbia, Vecsei, Beduschi. Allenatore: Braglia

PAGANESE (5-3-2): Marruocco (cap) (44' Borsellini); Esposito (67’ Deli), Bocchetti, Sirignano, Tsouka, Della Corte; Carcione, Guerri, Palmiero; Cunzi, De Vita (Tomassone). A disposizione: Magri, Penna, Cassata, Grillo, Corticchia, Cicerelli, Bernardini. Allenatore: Grassadonia

Marcatori: 59' De Feudis

Ammoniti: 9’ Alcibiade, 19’ Esposito, 20’ Sirignano, 32’ Carcione, 48’ Cosenza, 73’ Palmiero

Espulsi: 63’ Cosenza, 90+2 Sirignano.

Spettatori: 8732 di cui 6802 abbonati e 1930 paganti

Arbitro: Piccinini. Assistenti: Zancarano e Cantiani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce vince e torna al secondo posto. Foggia e Casertana un punto dietro

LeccePrima è in caricamento