Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Giacomazzi irrompe in una partita contratta e il Lecce si prende i tre punti che voleva

In un match non certo adrenalinico, i giallorossi trovano il vantaggio grazie al loro capitano, abile nell'inserimento, alla metà del primo tempo. Nella ripresa Memushaj e Falco sfiorano il raddoppio ma nel recupero il Pavia sciupa un'occasione clamorosa

Il goal di Giacomazzi.

LECCE – Il Lecce impiega una quindicina di minuti per prendere le misure al Pavia su un terreno reso scivoloso dall'umidità. Sulla corsia sinistra della difesa Toma ha schierato Fatic come titolare, D’Ambrosio  su quella opposta, con l’inedita coppia di centrali formata da Di Maio e Martinez.

Dopo un paio di azioni interessanti, il Lecce va in rete al quarto d’ora di gioco, ma Memushaj è pescato in off side, su calcio piazzato di De Rose. Tre minuti dopo il Pavia protesta per un atterramento di Cesca ad opera di Di Maio, al limite dell’area, ma in questo caso l’arbitro, Mangialardi di Pistoia, lascia correre prima che il suo collaboratore gli segnali la posizione di fuorigioco dell'attaccante. Il goal, quello valido, arriva al minuto 22 con capitan Giacomazzi, tempestivo nell’inserimento e preciso nel tocco verso rete, su cross basso di Memushaj che si conferma affidabile anche come esterno mancino della linea offensiva. I salentini potrebbero raddoppiare al 33’, ma il tiro ravvicinato di Jeda è respinto da un difensore.

Nella ripresa il Lecce si rifà sotto al 56’ con una buona iniziativa di De Rose che arriva sul fondo e mette la palla al limite dell’area piccola dove Bogliacino trova l’impatto con il pallone, ma senza la giusta precisione.  Anche i giallorossi, come accaduto ai lombardi nel primo tempo (Di Chiara e Monticone), collezionano due cartellini gialli in pochi secondi (De Rose e Di Maio).

Al 63’ Memushaj, agevolato dalle condizioni del manto erboso, costringe l’estremo ospite ad una deviazione in corner con un tiro da circa 30 metri.  Roselli, il tecnico del Pavia, prova a dare una scossa ai suoi con un doppio cambio - Lussardi per Meza Colli e Redaelli per Ferrini), ma al di là della disciplina tattica gli ospiti non hanno molto da mostrare.  Al 70’ è ancora Memushaj a sfiorare il raddoppio: la sua punizione finisce di un niente al lato del palo alla destra del portiere Kovacsik. Subito dopo Antonio Toma richiama in panchina Jeda, rinunciando così all’unica punta di ruolo per inserire Zappacosta (mentre il Pavia ultima le sostituizioni a disposizione con l'ingresso di Beretta per Di Chiara). Il Lecce passa al 4-4-2 con Falco e Bogliacino davanti ed è proprio l’uruguagio a chiamare il numero uno del Pavia ad una presa non facile su un tiro in diagonale, al 74’. Un minuto dopo Falco fa tutto da solo, ma bene, anche se la conclusione sul primo palo, dopo uno slalom in area, si spegne sul fondo. 

Negli ultimi dieci minuti, con Ferrario in campo per D'Ambrosio, il Pavia prova ad avvicinarsi dalle parti di Benassi e, in occasione di un paio di punizioni all'altezza della trequarti, nell'area giallorossa si crea una certa apprensione. A tre minuti dal 90' Giacomazzi si fa male e viene sostituito da Vanin e il Lecce chiude la gara con una linea difensiva con cinque elementi. Proprio nei minuti di recupero gli ospiti sfiorano il clamoroso pareggio: Beretta trova il tempo per la girata al volo, a quattro metri da Benassi, ma per fortuna del Lecce la mira è un optional. Ai lombardi, a fine partita, non resta che andare a salutare l'unico valoroso tifoso al seguito mentre ai padroni di casa la consapevolezza di aver centrato l'unico risultato possibile per tornare, magari solo per qualche ora, in testa alla classifica del girone A della Prima divisione.

Il tabellino di Lecce - Pavia 1 a 0

LECCE (4-2-4): Benassi; D’Ambrosio (80’ Ferrario), Martinez, Di Maio, Fatic; Giacomazzi (cap.) (87' Vanin),  De Rose; Falco, Bogliacino, Jeda (71’ Zappacosta), Memushaj.  A disposizione: Bleve, Vanin, Pià, Chiricò, Chevanton. Allenatore: Toma

PAVIA (4-4-2): Kovacsik; Capogrosso, D’Orsi, Fasano (cap.), Monticone; Meregalli, Meza Colli (66’ Lussardi), Ferrini (66’ Redaelli), Di Chiara (71’ Beretta);  Cesca, La Camera.  A disposizione: Teodorani, Turi,  Romero, Gioè.  Allenatore: Roselli

Arbitro: Mangialardi.

Marcatori: 22’ Giacomazzi

Ammoniti: 14’ Di Chiara (P), 16’ Monticone (P), 58’ De Rose (L), 59’ Di Maio (L), 69’ D’Orsi (P).

Spettatori 4304 di cui 1426 paganti e 2878 abbonati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giacomazzi irrompe in una partita contratta e il Lecce si prende i tre punti che voleva

LeccePrima è in caricamento