Sport

Il Lecce "gioca d’anticipo" per riprendere la corsa, ma il Portogruaro è imbattuto

Alla vigilia del match contro i veneti, mister Franco Lerda parla di una gara piena di insidie: i granata vantano anche la miglior difesa del girone. Memushaj ancora fuori, Falco e Pià formeranno la coppia d'attacco

Mister Franco Lerda.

MARTIGNANO – Alla vigilia di Lecce-Portogruaro, il tecnico dei giallorossi, Franco Lerda, vede molte insidie. Nei numeri che mostrano una certa solidità della squadra del tecnico Armando Madonna, innanzitutto: ha la difesa meno battuta del campionato e non ha ancora perso una gara su otto disputate.

Quarti in classifica insieme al Sudtirol con 14 punti in classifica,  i granata giocano con un 4-3-1-2 “molto compatto”, in cui alla brillantezza dei più giovani, molti di scuola doriana, si affianca l’esperienza del 34enne Cunico, che gioca da trequartista con le testa di un regista, e del brindisino Della Rocca, attaccante di 28 anni proveniente dalla Triestina. Tra i veneti milita anche Ondrej Herzan, centrocampista ceco con all’attivo dodici presenze con la maglia del Lecce, in serie B, nel campionato 2006-2007.

I salentini dovrebbero scendere in campo con la stessa formazione annunciata a Lumezzane, prima che l’arbitro decidesse di non far disputare la partita per impraticabilità di campo. Chiricò e Foti sconteranno il turno di squalifica, mentre Memushaj e Jeda restano fuori dall’elenco dei convocati. Ad entrambi Lerda e lo staff medico hanno ritenuto opportuno concedere ancora qualche giorno per riprendersi dai rispettivi infortuni e, considerando che il prossimo impegno di campionato sarà domenica 11 a Pavia, la scelta pare saggia.

“Questa pausa inattesa ci ha comunque consentito di smaltire qualche acciacco che ci portavamo dietro dal match di Trapani e quindi non credo ci possa aver fatto male”, ha spiegato Lerda ai cronisti. Il Lecce dovrebbe disporsi secondo il 3-5-2 sul quale il tecnico – che ha voluto ricordare Franco Scoglio come uno dei suoi maestri di calcio - ha insistito molto nelle ultime due settimane: “In questo momento, date le caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione, ritengo sia il modulo con le maggiori garanzie”. De Rose, Giacomazzi e Bogliacino saranno gli interni di centrocampo, con Tomi e Vanin esterni. La coppia d’attacco, con ogni probabilità, sarà composta da Falco e Pià.  

I convocati di Lecce-Portogruaro.

Lecce. Portieri: Benassi, Gabrieli. Difensori: Vanin, Semenzato, Tomi, Legittimo, Di Maio, Esposito, Diniz, Vinicius; Centrocampisti: Palumbo, Zappacosta, De Rose, Giacomazzi, Bogliacino. Attaccanti: Bustamante, Falco, Malcore, Pià, Di Mariano.

Portogruaro. Portieri. Bavena, Tozzo. Difensori: Blondett, Licata, Moracci, Patacchiola, Pisani, Santandrea. Centrocampisti: Coppola, Chesi, Herzan, Rolandone, Corazza, Salzano, Sampietro, Zampano. Attaccanti: Cunico, Della Rocca, Magrassi, Martinelli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce "gioca d’anticipo" per riprendere la corsa, ma il Portogruaro è imbattuto

LeccePrima è in caricamento