Sport

Lecce, il verdetto dei recuperi: ora la salvezza dista due punti

Grazie alla vittoria del Catania, i toscani restano a quota 23. Il Bologna raggiunge i 28 punto con il successo sulla Fiorentina. Nel test con gli Allievi finisce 8 a 0. I dubbi di Cosmi riguardano il centrocampo

Serse Cosmi (Foto LeccePrima, tutti i diritti riservati)

LECCE - Il campionato di serie A viaggia lentamente verso la normalità. Dopo i rinvii delle scorse settimane, altri due recuperi hanno contribuito a riportare un minimo di ordine in classifica*. Il Bologna, vincendo per 2 a 0 contro la Fiorentina, ha fatto un gran passo avanti appaiando i viola ma anche il Parma, Atalanta (unica delle quattro che sono a quota 28 a non dover recuperare). 

Il Catania, che deve ancora disputare il match di Cesena, è andato ad espugnare il "Franchi" di Siena, regalando così al Lecce il risultato più atteso: i toscani restano fermi a quota 23 ed ora, a parità di gare disputate, la salvezza dista 2 punti. Un regalo gradito ai giallorossi tra i quali l'imperativo continua ad essere quello di non aver fretta, in linea con il dettato di Cosmi sull'importanza della continuità di rendimento.

Il tecnico umbro oggi ha fatto disputare sul manto erboso del comunale di Squinzano - da una settimana la nuova casa del Lecce - un'amichevole contro la formazione Allievi. E' finita 8 a 0 con doppiette di Di Michele e Delvecchio e reti di Giandonato, Bertolacci, Piatti e Seferovic. Nel primo tempo sono scesi in campo Benassi, Tomovic, Carrozzieri, Miglionico, Cuadrado, Giandonato, Delvecchio, Bertolacci, Brivio, Bojinov, Di Michele. Nella seconda frazione, Julio sergio (Gabrieli), Tomovic, Carrozzieri, Esposito, Brivio, Delvecchio, Giandonato, Bertolacci, Piatti, Corvia, Seferovic. 

E' di tutta evidenza che la squalifica di Blasi e Obodo e l'indisponibilità di Grossmuller - che oggi ha svolto lavoro differenziato - pone a Cosmi qualche problema per quanto riguarda il centrocampo in vista della trasferta di Cagliari. Giandonato è l'unico calciatore a disposizione con le caratteristiche del mediano puro anche se il giovane juventino viene da un lungo periodo di inattività. Il tecnico del Lecce sa comunque di avere a disposizione due elementi molto esperti come Giacomazzi e Delvecchio e non è escluso che possa adattare uno dei due come vertice basso della linea mediana, più probabilmente l'uruguagio. A quel punto gli interni potrebbero essere l'ex catanese e Bertolacci con Brivio e Cuadrado esterni. Obodo, Giacomazzi, Oddo, Blasi e Muriel hanno svolto un lavoro di scarico mentre Di Matteo era in permesso.

*Gare ancora da giocare:

Cesena-Catania

Bologna-Juve

Parma-Fiorentina

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce, il verdetto dei recuperi: ora la salvezza dista due punti

LeccePrima è in caricamento