Lecce e Ascoli nel segno di Manuel Scavone. La Lega B premia i club

Sabato il recupero della gara valevole per la 22esima giornata, sospesa dopo il grave incidente di gioco al centrocampista giallorosso

Una foto durante i soccorsi a Scavone: è il primo febbraio.

LECCE – La partita di sabato tra Lecce e Ascoli, valevole come recupero della 22esima giornata, non è importante solo per la posta in palio, ma anche per il carico di ricordi che si porta dietro.

È il primo febbraio e sono appena trascorsi quattro secondi dal fischio d’inizio che, in uno scontro areo con il bianconero Giacomo Beretta, il centrocampista giallorosso Manuel Scavone perde conoscenza e, caduto a terra malamente, resta immobile. Il pubblico, pimpante come sempre all’avvio di gara, si ammutolisce all’improvviso, compagni e avversari si sbracciano chiedendo l’immediato ingresso dei soccorsi che, fortunatamente, si rivelano provvidenziali nel giro di un paio di minuti.

Oggi che quella sequenza di sguardi ed emozioni è ancora impressa nella memoria di tutti i presenti al Via del Mare, oramai si fa il conto alla rovescia per il ritorno all’impegno agonistico del giocatore del Lecce che potrebbe tornare in campo tra una decina di giorni. Intanto, Scavone sarà sabato in tribuna a fare il tifo per i compagni e, prima ancora, nella breve cerimonia nella il presidente della Lega B, Mauro Balata, consegnerà due targhe, al presidente dell’Us Lecce, Saverio Sticchi Damiani e al direttore generale dell’Ascoli, Gianni Lovato.

“Con questo riconoscimento – ha spiegato Balata – vogliamo ribadire come nello sport non si possa prescindere dal rispetto verso l’uomo, in questo caso l’atleta, quale fondamento su cui costruire un calcio umano e quindi vicino alla gente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non appena Scavone, ripresi i sensi e ristabilitisi i parametri vitali, venne trasportato in ambulanza, le due squadre non ebbero problemi nel decidere la sospensione della partita. I calciatori del Lecce non trovarono nessuna obiezione nei colleghi dell’Ascoli, mentre dalla Figc e dalla Lega arrivava il semaforo verde per qualsiasi decisione le due società avessero preso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento