Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport

Lecce, Schiavi per Diamoutene. In porta ancora Rosati

Tutto pronto per la sfida con l'Arezzo. Convocati 19 uomini. Mancherà anche Zanchetta, infortunato: al suo posto Juliano

Tutto pronto per la sfida di domani con l'Arezzo. E per una volta si riassapora il calcio domenicale. Saranno contenti i nemici giurati del "calcio moderno". Papadopulo ha chiesto ai suoi altre tre punti, dopo la convincente prova con il Modena. L'Arezzo vola a bassissima quota, che più bassa non si può, ma - come in tutti i casi - non è avversario da sottovalutare.

Arriva a Lecce trascinato dalla disperazione (solo 18 punti, ultima posizione) e potrebbe giocarsela alla morte con una formazione iper-offensiva. Dal canto suo, il tecnico del Lecce deve rinunciare a Zanchetta, ma non per questo sacrifica il modulo. Come sempre, nelle ultime uscite, sarà 3-5-2 e al posto del capitano ci sarà Juliano.

A proposito di nazionali. Mancherà anche Diamoutene, impegnato nella Coppa d'Africa con il suo Mali. Al suo posto, si rivedrà Schiavi. Pavarini non ha ancora smaltito del tutto la botta e quindi al suo posto, fra i pali, si rivedrà per la seconda volta consecutiva Rosati, fresco di una prestazione da urlo.


La formazione dovrebbe quindi essere così composta: Rosati in porta, difesa a tre con Polenghi, Schiavi e Cottafava, centrocampo composto da Tesser (in ballottaggio con Vascak), Munari, Juliano, Vives e Giuliatto, attacco con Tiribocchi e Valdes. In panchina ci saranno Petrachi (terzo portiere), Arrieta, Vascak, Diarra, Tulli e Osvaldo. Il Lecce giocherà con il lutto al braccio per la recente scomparsa di Orlando Della Fortuna, per 30 anni collaboratore dell'Unione Sportiva Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce, Schiavi per Diamoutene. In porta ancora Rosati

LeccePrima è in caricamento