Lecce, trasferta insidiosa a Bergamo. Liverani: “Bella squadra, ma noi in crescita”

I giallorossi impegnati contro l’Atalanta di mister Gasperini nel nuovo stadio puntano ad un risultato positivo. Ancora out Tabanelli. In attacco scalpita La Mantia

mister Liverani

LECCE - Arrivare concentrati e attenti alla meta, sfruttando i duelli individuali e sfidando l’Atalanta sul piano della velocità e senza timori o timidezze riverenziali. La ricetta di mister Fabio Liverani, nell’immediata vigilia di Bergamo, nel nuovo stadio della Dea, è molto chiaro. La sua squadra ha racimolato meno punti di quanto avrebbe meritato soprattutto in seguito alle sconfitte tra le mura amiche, ma la gara con la Roma ha dimostrato ancora una volta che il percorso di crescita della squadra è a buon punto. Più attenzione e provare a vincere i duelli individuali, uno contro uno, per far male alla squadra di Gasperini, una delle più belle realtà degli ultimi campionati. Questo predica il tecnico leccese.

Daltro canto il Lecce formato trasferta, in questo avvio di stagione, ha dato buone garanzie. Ma a Bergamo, come ha sottolineato in settimana anche capitan Lucioni, non ci possono essere disattenzioni di sorta. Un concetto sposato a pieno anche da mister Liverani che ha recuperato in extremis i vari infortunati eccezion fatta per Tabanelli, rimasto fuori dalla rosa dei ventiquattro convocati. I dubbi del vigilia riguardano anche il pieno recupero di Tachtsidis che proverà sino all’ultimo, salvo lasciare il posto a Imbula, in caso contrario. Per quanto concerne l’attacco Babacar e Falco dovrebbero partire dal primo minuto, con Mancosu tra le linee, ma anche in questo caso se l’attaccante senegalese avesse bisogno di rifiatare dopo lo stop forzato in settimana, pronto e scalpitante c'è La Mantia. Per Lapadula e Farias invece la previsione è quella di partite dalla panchina.

“Arriviamo alla gara contro l’Atalanta con un percorso di maturazione che credo sia quello giusto” ha detto Liverani prima della partenza, “abbiamo avuto una buona crescita di squadra e di collettivo e iniziamo ad avere una fisionomia. Abbiamo recuperato qualche giocatore che era infortunato ed anche se qualcuno non avrà tutti i novanta minuti nelle gambe, comunque potrà tornare utile a gara in corso. Senza dubbio ci saranno valori diversi in campo, ma questo non significa che la mia squadra parte battuta. Non è detto che nelle partite il valore assoluto delle rose si rispecchi sempre nel risultato, altrimenti sarebbe inutile scendere in campo”. La gara vittoriosa contro il Torino, ma anche quella giudiziosa e per molti aspetti sfortunata contro la Roma, dimostrano che il Lecce, anche al di là della critica di chi inserisce i giallorossi nella griglia delle potenziali retrocesse, può giocarsi sino in fondo le sue carte. E da qui in avanti si può solo crescere e magari inanellare qualche altro bel risultato pesante per risalire la classifica verso zone sempre più tranquille.

“Il mio Lecce deve sempre avere quello spirito di rivalsa e quella voglia di combattere contro un pensiero comune e un risultato che tutti danno per scontato” incalza mister Liverani, “domani avremo di fronte l’Atalanta, una delle realtà più belle del calcio italiano che ora non è più una provinciale, ma lotta tra le big del campionato. Il nostro avversario è una squadra votata all’attacco, che accompagna l’azione offensiva con tanti uomini e crea tanto. Sarà una gara nella quale i duelli singoli saranno molto importanti e attraverso i quali provare a far male. Il risultato di questa gara non ci potrà dare o togliere certezze, perché il nostro è un percorso lungo, ma sono fiducioso e molto dipenderà dalla nostra attenzione e voglia di portare a casa punti importanti per il nostro obiettivo che è la salvezza. A me interessa che la squadra continui a crescere e a raccogliere anche risultati che diano autostima” conclude il mister giallorosso, “il nostro obiettivo sono i 40 punti, ed è questo quello a cui dobbiamo prioritariamente puntare”. La gara  al Gewiss Stadium di Bergamo è prevista alle 15 e sarà diretta da Marco Di Bello di Brindisi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento