Sport

Doppietta di Caturano e Pacilli, il Lecce vince e resta a punteggio pieno

Nel primo tempo l'attaccante a segno nel giro di due minuti, nella ripresa la terza marcatura. Foggia accorcia le distanze, Pompilio sbaglia un rigore

L'esultanza al terzo gol (tutte le immagini di Salvatore Chilla).

MELFI – Punteggio pieno dopo tre giornate. Il Lecce vince per 3 a 1 a Melfi con doppietta di Caturano e rete di Pacilli, ma i padroni di casa dopo aver accorciato le distanze con Foggia hanno dato vita a un finale di partita molto generosa, fallendo anche un calcio di rigore nei minuti conclusivi.

Melfi con un solo calciatore nato prima del 1990, il capitano De Giosa, Lecce con tre elementi nati dopo quell’anno: la differenza tra le due squadre è anche un fatto di esperienza oltre che di tasso tecnico.

Primo tempo

Al 7’ è un tiro cross di Torromino a creare la prima preoccupazione per il portiere Viola che alza la sfera oltre la traversa. Pacilli al 13’ dal fondo mette al centro un passaggio sul quale Caturano non arriva mentre Torromino controlla la sfera ma calibra male il ribaltamento per Pacilli. Al minuto 18’ l’iniziativa è ancora di Pacilli che mette Mancosu davanti al portiere ma l’estremo di casa anticipa. Sul capovolgimento di fronte Gammone chiama Bleve ad un gran intervento in corner. Sugli sviluppi del calcio piazzato, Cittadino lascia partire un gran tiro dal limite sul quale Cosenza si oppone in scivolata. Nonostante un terreno di gioco appesantito dalla pioggia entrambe le squadre giocano con sufficiente dinamismo. Al 29’ il vantaggio del Lecce: cross di Torromino e Caturano in allungo con il piede destro riesce a indirizzare la sfera nell’angolino basso. Passano due minuti e l’attaccante del Lecce sigla il raddoppio: Torromino appoggia per Mancosu che con un passaggio rasoterra mette Caturano in condizione di battere a rete. Al 38’ Contessa, in campo dall’inizio al posto di Ciancio, prova al volo dal limite dell’area. Al 44’ Torromino impegna Viola ad una respinta: Caturano è più lesto di tutti ma il suo tap-in vede ancora protagonista il portiere del Melfi.

Secondo tempo

Il primo sussulto della ripresa viene da Torromino che al 51’ impegna Viola in una presa a terra. Al 53’ Cosenza commette un errore gravissimo: sbaglia il controllo, ferma il pallone sulla linea laterale e consente a Gammone di involarsi verso Bleve, ma per fortuna del Lecce la conclusione è debole e centrale.

Al 55’ il terzo goal dei giallorossi: Pacilli riceve palle sull’out destro, lo doma con uno stop elegante, si accentra, prepara il tiro e trafigge Viola. Al 62’ l’ex Cremonese sfiora il raddoppio: su cross di Torromino, il piatto destro trova la deviazione miracolosa di Viola (anche se l’arbitro concede rimessa dal fondo). Sull’azione successiva tiro di Cittadino e gran parata di Bleve.

Al 63’ Maiomone, ex di turno, fa il suo ingresso in campo (prima di lui Pompilio per Defendi e Foggia per De Vena: mister Romaniello cambia la linea offensiva), al 67’ Drudi per Giosa. Al 75’ tiro di Demontis e deviazione di Bleve in calcio d’angolo, con Pacilli a terra al limite dell’area di rigore. Tre minuti dopo Pompilio va vicino al goal con una conclusione da una ventina di metri. All’83’ Ciancio rileva Pacilli e si sistema sulla linea difensiva, a destra, con avanzamento di Vitofrancesco.

All’84’ Foggia accorcia le distanze per i padroni di casa: l’attaccante, su passaggio filtrante di Pompilio, ha il tempo di controllare e superare Bleve con un tocco preciso. All’89’ Cosenza, in area, tocca il pallone con la mano e per l’arbitrio non ci sono dubbi: Pompilio dal dischetto, ma Bleve è fenomenale nel deviare in corner. Il Melfi non molla fino al triplice fischio di Camplone tramutando in applausi quelli che per tre quarti di gara erano stati fischi e malumori.

Il tabellino di Melfi-Lecce 1 a 3

MELFI (4-1-3-2): Viola; Bruno, Laezza, De Giosa (cap.), Grea; Fazio; Cittadino, Esposito, Gammone (68’ Demontis); De Vena (61’ Foggia), Defendi (46’ Pompilio). A disposizione: Sciretta, Ferrante, Dejori, Lodesani, Libutti, Martino, Di Vicino, NIcolaio, Foggia, Ferraro. Allenatore: Romaniello

LECCE (4-3-3): Bleve; Vitofrancesco, Cosenza, Giosa (67’ Drudi), Contessa; Lepore (cap.), Arrigoni, Mancosu (63’ Maimone); Pacilli (83’ Ciancio), Caturano, Torromino. A disposizione: Chironi, Gomis, Monaco, Vutov, Tonev, Capristo, Vinetot, Fiordilino, Ciacino, Persano. Allenatore: Padalino

Marcatori: 29’ e 31’ Caturano, 55’ Pacilli, 84’ Foggia

Ammoniti: 43’ Esposito, 73’ Lepore, 75’ Pacilli

Arbitro: Camplone. Assistenti: Spiniello, Lombardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppietta di Caturano e Pacilli, il Lecce vince e resta a punteggio pieno

LeccePrima è in caricamento