Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Derby Lecce -Foggia: blasone, campanile e fame di promozione

Si avvicina il derby di sabato contro la seconda in classifica. Tra i giallorossi qualche problema in infermeria. Franco Lepore si aspetta il pubblico della grandi occasioni

Lepore nel corso della partita di andata.

LECCE -  Non è solo un derby, ma anche uno scontro diretto. In Lecce – Foggia le ragioni imposte dalla classifica si sovrappongono a quelle  del campanilismo e del blasone.

I dauni hanno solo due punti di vantaggio e per la squadra di mister Braglia l’occasione è propizia per provare il sorpasso: gli allenamenti proseguono nella massima riservatezza e la sensazione è che il tecnico possa avere a disposizione tutti gli effettivi, eccezion fatta per lo squalificato Freddi (davvero ingenua la seconda ammonizione rimediata a Catania per carica al portiere). In infermeria ci sono Papini e Abruzzese, mentre Doumbia è rimasto a riposo. Il capitano, uscito anzitempo con la caviglia malconcia a Catania, deve stringere i denti ma non è uno che si tira indietro.

Sarà sicuramente della partita Franco Lepore, sul quale l’allenatore fa totale affidamento. In conferenza stampa il calciatore leccese ha sottolineato il valore degli avversari - “il Foggia è una buona squadra, giocano un buon calcio e stanno insieme quasi tutti dallo scorso anno” – ma ha anche detto di pensare esclusivamente “a fare bene la nostra partita”.

L’esterno è tornato anche sulla partita di Catania, conclusa con il pareggio a reti inviolato e il rigore sbagliato in apertura da Moscardelli: “Prima di giocare in molti si pensava che il pareggio sarebbe potuto andare bene, poi per come è andata la gara è rimasto un poco di rammarico ma alla fine il punto ce lo teniamo perché abbiamo offerto una buona prestazione”.

Intanto monta l’entusiasmo da parte delle due tifoserie e per il match di sabato (17.30) è previsto il record stagionale di presenze, grazie anche all’iniziativa del club giallorosso che consentirà agli abbonati di acquistare a prezzo ridotto un biglietto per un’altra persona, fino a esaurimento posti.

Il fattore pubblico può essere determinante in partite come la prossima. Lo sa bene Lepore che della squadra in cui gioca, quella della sua città, è sempre stato un fan sfegatato: “Mi aspetto un pubblico carico, come lo è sempre, ma grazie alla società mi aspetto qualcosa in più”.

In mattinata l'Us Lecce ha ufficializzato il tesseramento di Raffaele Alcibiade, 26enne cresciuto nelle giovanili della Juventus. Difensore centrale che puà adattersi come laterale, ha giocato nelle ultime due stagioni in Ungheria. Dopo un periodo di prova, è stato aggregato definitivamente alla comitiva giallorossa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Derby Lecce -Foggia: blasone, campanile e fame di promozione

LeccePrima è in caricamento