rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Sport

È l'ora di Listkowski: la sua crescita può spingere il Lecce

L'esterno offensivo polacco è andato a segno nelle ultime due partite di campionato. Mister Baroni, che lo riteneva tatticamente privo di una identità, ha lavorato molto su di lui e i risultati iniziano a vedersi

LECCE - Marcin Listkowski non può essere più considerato un giovane talento, ma un calciatore nel pieno processo di maturazione con un margine di crescita che non è facile da definire. L'impressione, già dalle sue prime e sporadiche apparizioni, è che abbia dentro potenzialità davvero non banali.

Nel giorno del suo 24esimo compleanno si è presentato in sala stampa per rispondere alle domande dei cronisti sportivi presenti: d'altronde, con due reti nelle ultime due giornate di campionato, non si può negare che non stia vivendo la sua migliore fase da quando, nell'estate del 2020, è arrivato in Italia. Già a La Spezia, a dicembre, aveva messo a segno il primo dei due gol che avevano spinto il Lecce agli ottavi di finale contro la Roma. 

Mostrando una padronanza dell'italiano davvero buona, il calciatore polacco ha spiegato: "Forse ho avuto problemi nel capire il sistema di gioco. Ero abituato a ricevere palla addosso, ma il mister mi ha chiesto di attaccare la porta, ci dice sempre che il gol si costruisce senza palla. Sono contento adesso, ma posso ancora crescere". In effetti, il tecnido del Lecce, Marco Baroni, che aveva ripetutamente detto di aver trovato un calciatore senza una precisa identità tattica, si è preso il suo tempo e ci ha lavorato su.

Non deve essere stato facile per il calciatore attendere un anno e mezzo per venire a capo di una serie di contrattempi che gli avevano impedito di allenarsi con continuità e quindi di potersi mettere in mostra sin dal suo arrivo, come avrebbe sperato: "Lo scorso anno - ha aggiunto - ho avuto tanti problemi fisici, ma sono sicuro che quando sto bene posso aiutare la squadra". 

Con Di Mariano a scartamento ridotto per guai fisici, Listkowski è accreditato di un posto da titolare anche in vista del big match di domenica, contro il Benevento: "Tutti i giocatori desiderano giocare dall'inizio - taglia corto - perché è sempre meglio più tempo a disposizione, ma in realtà per me non fa una grande differenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È l'ora di Listkowski: la sua crescita può spingere il Lecce

LeccePrima è in caricamento