Sport

Londra, Praga e Ginevra: tre città magiche s'inchinano ai podisti salentini

E' stato un altro grande fine settimana di sport e competizioni per i podisti salentini impegnati in grandi appuntamenti internazionali

LECCE – E’ stato un altro grande fine settimana di sport e competizioni per i podisti salentini impegnati in grandi appuntamenti internazionali. I colori e le divise del Salento hanno colorato e animato le vie di Londra e Praga, passando per Ginevra. Tre città dove si respira il fascino della storia, dove tradizioni e futuro si fondono in una simbiosi perfetta, e dove lo sport è un elemento fondamentale nella vita di tutti giorni. I “nostri” atleti hanno portato in giro per l’Europa una passione, quella per il podismo, che sta conquistando sempre più appassionati e che è diventata simbolo della disciplina sportiva alle nostre latitudini.

A Ginevra, città incantata sulle rive dell’omonimo lago e importante meta turistica, un grande Fernando Vincenti dell’Avis Novoli  ha chiuso la maratona in 3.13.21, stabilendo il proprio primato personale. Il maresciallo dell’Arma, viaggiatore e grande appassionato di podismo, ha chiuso al 98esimo posto assoluto (IMG-20160508-WA0033-213esimo nella categoria Sm50), conquistando un risultato di grande prestigio in una gara condizionata dal caldo e dal percorso. Ottima la prova anche dell’altro salentino Piero Campa, al traguardo in 3.36.16, 306esimo assoluto e settimo nella categoria Sm60. La maratona è partita da Chêne-Bourg, in un tragitto nella campagna incastonata tra le montagne e le rive del Lago di Ginevra, prima di finire nel cuore della città, di fronte al famoso Jet d'Eau.

A Praga, invece, tre atleti dell’Asd Gpdm hanno conquistato, a meno di un mese dalla maratona di Roma, un’altra importante medaglia nella distanza regina delle competizioni sportive. Grandi prestazioni nella città di Kafka, con Mariangela Caprioli che ha chiuso in 4.42.12. Uniti nella corsa e nella vita, stanchi ma felici, Christian Gnoni e Manuela Armillis hanno tagliato il traguardo in 4.51.19 (rispettivamente tre e undici minuti in meno rispetto al tempo conseguito tra le vie dell’Urbe). La gara ha avuto inizio all’ombra del Municipio, con il famoso orologio astronomico che, allo scoccare di ogni ora, fa apparire i 12 apostoli. Poi, l’attraversamento del magnifico Ponte Carlo punteggiato di statue, e quindi via lungo la Moldava per diversi chilometri e ritorno nel cuore della città, piena di fascino e magia, colorata da oltre diecimila maratoneti.

Londra ha fatto da sfondo a quattro storie e quattro prestazioni che hanno fatto brillare ed eccellere anche oltremanica i colori dello sport salentino in una delle gare più attese del panorama europeo: la “Run Hackney half marathon”. Giunta alla sua terza edizione, la corsa ha fatto registrare oltre quindicimila iscritti provenienti da tutta Europa.

Grande prova di Franzi Roselli, che ha chiuso la gara con il tempo di 1.22.11 al 40esimo posto assoluto (sesto di categoria), di Andrea Elisabetti e del professor Francesco D’Elia, che hanno tagliato il traguardo in 1.29.13, 195esimo e 196esimo assoluto (quinto di categoria). Ottima prova anche per Mauro Ingrosso, reduce dalla 50 chilometri di Romagna, che ha chiuso in 1.36.28, 541esimo assoluto. I quattro atleti dell’Asd Gpdm hanno ottenuto risultati davvero eccellenti in una gara che ha visto al via atleti professionisti provenienti da tante nazioni. A rendere ancora più bella l’avventura londinese l’aver corso per l’associazione Magic Breakfast, una charity che fornisce colazioni ai bambini bisognosi.

Disegnata nel London Borough of HIMG-20160509-WA0002-2ackney, un borgo di Londra nella parte nord-est della città, la gara fa parte del circuito delle cosiddette “Vitality run series”, che riunisce le otto più interessanti e prestigiose competizioni del Regno Unito. Un circuito in cui la sfida personale, e la voglia di centrare proprio obiettivo da raggiungere si uniscono al sociale a alle varie fondazioni che fanno da cornice agli eventi, finanziando centri di ricerca contro il cancro, la cura delle disabilità e il supporto ai  ragazzi che cercano, attraverso lo sport, di superare le barriere che la vita ha posto dinanzi a loro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Londra, Praga e Ginevra: tre città magiche s'inchinano ai podisti salentini

LeccePrima è in caricamento