Lunedì, 26 Luglio 2021
Sport

Lopez, umiltà e forza al servizio del Lecce. Lucarelli torna al Via del mare

L'uruguagio ha conquistato i tifosi con l'agonismo e la generosità che mette in tutte le partita. E' un nomade del calcio, ma vorrebbe legarsi al Salento : "In campo ci metto il 150 per cento, conosco i miei limiti". Il Viareggio esonera Miggiano e chiama il livornese

Walter Lopez

LECCE – Un pezzo importante della fase più esaltante della storia giallorossa, al posto di un leccese doc. Accade sulla panchina dell’Esperia Viareggio, dove Cristiano Lucarelli ha preso il posto di Roberto Miggiano. Una scelta adottata dal club per rilanciare le sorti di una squadra che ha sei punti in classifica, frutto di altrettanti pareggi, tra cui quelli con Salernitana, Pontedera e Frosinone. La formazione toscana, prossimo avversario del Lecce al Via del Mare, non ha mai vinto ed è questo l’elemento principale che ha portato all’avvicendamento, con la chiamata dell'ex attaccante che in giallorosso ha disputato due stagioni segnano 27 reti.

I salentini, da parte loro, sono determinati a centrare la prima vittoria in casa per allungare così la striscia di quattro risultati utili consecutivi e recuperare punti alle tante formazioni che sono meglio posizionate in classifica. L’allenamento di questa mattina a Squinzano ha confermato l’orientamento di Franco Lerda verso un 4-2-3-1 con Miccoli unica punta al posto di Zigoni. Potrebbe essere questa, infatti, l’unica variazione rispetto all’undici che ha vinto ad Ascoli. L’infermeria è finalmente vuota, eccezion fatta per Bellazzini che si sta sottoponendo a cure specialistiche per recuperare dallo stiramento all’adduttore, e il tecnico piemontese ha l’imbarazzo della scelta. Tanto più con un capitano avviato verso una buona condizione fisica.

Titolare inamovibile, intanto, è senza dubbio Walter Lopez, l’uruguagio (di passaporto spagnolo) che a 28 anni sembra voler ritrovare nel Salento la sua seconda giovinezza calcistica. Arcigno ma leale, dinamico e volitivo, si è subito guadagnato la considerazione dei tifosi e l’apprezzamento dei compagni: “Io so di dover mettere sempre il 150 per cento in campo, perché conosco i miei limiti tecnici”, ha detto ai cronisti dimostrando estrema umiltà nonostante un curriculum non certo da ultimo della classe. Uruguay, Inghilterra, Italia, Romania, Paraguay: nove le maglie indossate prima di trovare quella del Lecce, ma mai più stagioni consecutive, se non del River Plate di Montevideo, dal 2004 al 2007.

 Il Peñarol, ultima squadra nella quale ha militato prima di tornare in Italia - dove ha già vinto un campionato con il Brescia -, pare volesse rinviare l’acquisto del suo cartellino ed allora Lopez ha preferito lasciare la madrepatria per ritentare un’avventura in Italia. Bari, Brescia e Lecce le alternative che aveva. Ha scelto quella meno quotata, ma l’unica partita con l’ambizione di vincere il campionato. Lo ha raccontato lui stesso in conferenza stampa, alla fine dell’allenamento.

Quella giallorossa è dunque la decima maglia che indossa e al Salento vorrebbe legarsi per un periodo ragionevolmente lungo: da parte sua, ha fatto capire, c’è la massima disponibilità. Il contratto scade a fine anno, ma il club salentino può esercitare un’opzione per tenerselo stretto. Per Lerda è un punto fermo e la sua capacità di adattarsi in vari ruoli lo rende spendibile in più moduli. Sa fare il difensore centrale, ma la sua collocazione naturale e sulla corsia sinistra dove può fare il terzino ma anche l’esterno di centrocampo.

Parlando con i cronisti, Lopez non è sembrato poi troppo preoccupato dalla classifica attuale rimandando l’appuntamento con le tabelle di marcia a fine gennaio: “A Brescia dopo il girone di andata eravamo a metà classifica, poi abbiamo conquistato la serie A vincendo quasi sempre”, ha ricordato l’aitante calciatore. Del resto, ha aggiunto “non mi sembra che ci sia una squadra in grado di ammazzare il campionato. In Prima divisione si corre tanto e si lotta. Ci saranno molte partite come quella di Pagani in cui si è giocato poco a calcio”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lopez, umiltà e forza al servizio del Lecce. Lucarelli torna al Via del mare

LeccePrima è in caricamento