Sport

Record e titoli: salentina Maria Grazia Alemanno regina della pesistica italiana

L'atleta è tornata dai campionati mondiali con tre medaglie d'oro e quattro nuovi record nazionali, confermando la sua leadership nella disciplina. Menzione anche per Andrea Sederino, che raccoglie due medaglie di bronzo

COPERTINO - È tornata dai campionati italiani Seniores di pesistica con tre medaglie d’oro appese al collo e 4 nuovi record nazionali: Maria Grazia Alemanno, tesserata per l’Asd “Body’s training” di Copertino dello zio-allenatore Franco Alemanno, durante lo scorso week end si è confermata regina indiscussa della pesistica, scrivendo una pagina importantissima nella storia di questa disciplina.

Scesa in pedana nella categoria 69kg, l’atleta salentina è riuscita a sollevare 90 kg nell’esercizio dello strappo e 112 kg in quello dello slancio, piazzandosi prima in entrambe le specialità, e di conseguenza anche nel totale olimpico. Ma non è tutto: nell’esercizio dello slancio, dopo aver realizzato la prima alzata a 105 kg, ha portato la seconda fino a 110 kg, migliorando così il precedente record italiano (108 kg) che lei stessa deteneva da circa un anno. Non contenta, ha continuato a forzare, frantumando il record appena stabilito e portandolo a 112 kg, fissando così prima a 200 kg e subito dopo a 202 kg il record del totale olimpico.

"Maria Grazia sta scrivendo la storia della pesistica – ha dichiarato il tecnico -, regalando a tutto il movimento emozioni uniche. Dire che da lei ce l’aspettavamo non sminuisce il prestigioso risultato che ha ottenuto, anzi: ne sottolinea ancora di più l’eccezionalità. Chi era presente alla gara può ritenersi fortunato, perché ha assistito ad un evento incredibile: prima che lei lo stabilisse e lo migliorasse nel giro di un anno, il record di strappo e slancio era rimasto fermo a 90 e 107 chili per ben 15 anni. Che altro aggiungere?".

Maria Grazia non è stata l’unica atleta della società salentina a salire sul podio. Nella cat. 77kg maschile, infatti, anche il suo compagno di squadra Andrea Sederino ha conquistato due medaglie: 4° nelle qualifiche, in gara Sederino si è piazzato quarto nello strappo (con 115 kg sollevati) e terzo nello slancio (150 kg) e nel totale, portando così a casa due bronzi. In realtà l’atleta è arrivato a pari merito con un altro pesista che, da regolamento, si è aggiudicato l’argento solo perché pesava 20 grammi meno di lui.

Infine, 5° posto per la terza atleta della “Body’s training” in gara, vale a dire Noemi Greco, che nella cat. 75kg ha sollevato 53 kg nello strappo e 70 kg nello slancio: "«Andrea vive l’avvicinamento alla gara con troppa ansia, e tende ad arrivarci svuotato, mentre Noemi è un po’ troppo emotiva – ha raccontato Alemanno -. Ma stanno crescendo, come dimostrano le prestazioni di sabato e domenica, e sono sicuro che anche loro ci daranno grandi soddisfazioni". A Lido di Ostia c’era anche Danilo Linciano della “Pesistica Aradeo”, che nella cat. 56kg si è piazzato 7° (60 kg di strappo e 78 kg di slancio).

Podio-4-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Record e titoli: salentina Maria Grazia Alemanno regina della pesistica italiana

LeccePrima è in caricamento