Sport

Match di volley con atleta ferito in testa e danni dentro i bagni

La volata per l'A2 si trasforma in un incubo, con parapiglia e accuse reciproche. Passa la Pag Volley Taviano, in ospedale un giocatore dell'Ottaviano colpito da un pugno di un tifoso, ma anche rabbia degli avversari negli spogliatoi

Dalla pagina Facebook della Pag Volley Taviano.

TAVIANO – Da un lato la gioia immensa per l’approdo in finale, battendo 3 a 2 i campani della Gis Pallavolo Ottaviano al termine di una gara molto tesa; dall’altro, il profondo rammarico per alcune intemperanze. Una serata di sport, quella di ieri al Palasport “William Ingrosso” di Taviano, macchiata da botte, insulti (con uno strascico evidente sui rispettivi siti ufficiali e pagine Facebook, dove sta proseguendo a distanza la “contesa”), danneggiamenti e accuse reciproche, almeno nei primi istanti e facendo riferimento anche a fatti avvenuti in passato. 

E, dunque, se la Pag ora sogna più da vicino la A2 e attende di confrontarsi con il Catania (andata in terra sicula), c’è da dire che non sono improbabili anche alcuni strascichi al di fuori dei palazzetti dello sport, ovvero nelle aule giudiziarie. Questo, qualora fossero sporte denunce che per il momento, va detto, non sono state ancora formalizzate da nessuna delle due parti.

Da par suo, a ridosso di quanto successo, la società salentina ha però effettivamente annunciato, almeno nei primi istanti, di voler interessare i carabinieri per alcuni danni negli spogliatoi e, sulla propria bacheca social, a tal proposito, ha anche pubblicato alcune eloquenti fotografie, attribuendo alla rabbia degli atleti avversari l’abbattimento a calci di un water e altre suppellettili divelte.

C’è da dire anche che il fatto più rilevante è avvenuto in campo. In seguito a un’invasione dagli spalti, un giocatore dell’Ottaviano è rimasto ferito. A mollargli un pugno, è stato un sostenitore salentino, al momento in via d’identificazione da parte dei carabinieri della compagnia di Casarano.

L’atleta dell’Ottaviano (che ha risposto con una nota ufficiale molto dura) è stato condotto in ospedale, al “Sacro Cuore” di Gallipoli, restandovi per una notte a causa di un trauma cranico che necessitava osservazione e cautela. Stamattina il giovane è stato fortunatamente dimesso: non dovrebbero esservi complicazioni.

Nella tarda mattinata di oggi, la Pag Volley Taviano ha voluto stemperare gli animi, con una nota stampa ufficiale in cui ha inteso, per prima cosa, omaggiare il pubblico di Taviano “che ha gremito il ‘William Ingrosso’ in ogni ordine di posto e che per tutta la durata del match ha incitato la squadra con grinta, entusiasmo e grande fair play”, rimarcando come si sia trattata di una “serata di vero sport all’insegna dell’assoluto rispetto per un avversario dall’indiscusso valore atletico”.

Detto questo, la società “prende le distanze e condanna seccamente quanto accaduto ieri sera a fine gara: l’aggressione di cui è stato vittima un atleta dell’Ottaviano è riconducibile solo ed esclusivamente ad uno sparuto gruppo di facinorosi – ha spiegato il club - che nulla hanno a che fare con la Pag Volley Taviano, con i suoi atleti ma soprattutto con lo straordinario pubblico giallorosso e con il modo vivere la pallavolo in città”.

All’atleta ottavianese, la Pag Volley Taviano formula quindi “auguri di una pronta guarigione e di un celere recupero fisico” e porge anche “le più sentite scuse alla società Gis Ottaviano tornando a congratularsi per la straordinaria prova atletica dimostrata sul terreno di gioco”. Insomma, un gesto distensivo dopo i primi momenti di rabbia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Match di volley con atleta ferito in testa e danni dentro i bagni

LeccePrima è in caricamento