Domenica, 26 Settembre 2021
Sport

Lecce "victoria o muerte". Matera e Juve Stabia allungano contro le prime due

Alla vigilia del derby contro il Foggia, i salentini prendono atto dei successi dei lucani e degli stabiesi rispettivamente con Benevento e Salernitana. Solo con i tre punti i salentini possono alimentare le residue speranze di agganciare i play-off

LECCE - Bisogna scomodare il ritornello della canzone "Cohiba" di Daniele Silvestri - venceremos adelante o victoria o muerte - per rendere la rappresentazione, sportivamente parlando, dello status quo alla vigilia di Lecce-Foggia. Peggio infatti non poteva iniziare, per il Lecce, la 35esima giornata di campionato: il Matera ha superato per 2 a 1 il Benevento, mentre la Juve Stabia si è imposta sulla Salernitana per 1 a 0.

I salentini, che domani sono chiamati a vincere contro il Foggia, al Via del Mare, speravano che da questi confronti diretti arrivassero notizia più confortanti: ora gli stabiesi sono a quota 66, i lucani a 63 mentre le due formazioni pugliesi a 57 (una gara in meno) e la Casertana a 56 (due partite in meno).

Del resto mister Alberto Bollini, in conferenza stampa nel primo pomeriggio, aveva parlato di un "week-end decisivo". Il tecnico del Lecce ha chiamato i tifosi a sostenere quello che ha definito "ultimo sforzo": senza i tre punti, infatti, Miccoli e compagni possono di fatto dire addio alle speranze di agganciare in corso il treno dei play-off. 

Lepore e Di Chiara tornano a disposizione dopo la squalifica per due turni, mentre Vinetot, appiedato dal giudice sportivo per un turno si va ad aggiungere a Moscardelli, che deve ancora scontare due giornate in seguito alla maxi sanzione rimediata per l'espulsione di Catanzaro. E proprio su quell'episodio, ma anche sulla gara persa in casa con la Salernitana, Bollini è voluto rapidamente tornare per spiegare, insieme agli errori individuali e alla scarsa capacità realizzativa, il cammino non brillante della squadra anche durante la sua gestione.

I convocati per Lecce-Foggia.

Portieri: Scuffia e Chironi; difensori: Abruzzese, Beduschi, Diniz e Di Chiara, Lopez e Mannini; centrocampisti: Bogliacino, Filipe Gomes, Lepore, Papini, Salvi e Sacilotto; attaccanti: Embalo, Doumbia, Gustavo, Herrera e Miccoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce "victoria o muerte". Matera e Juve Stabia allungano contro le prime due

LeccePrima è in caricamento