Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport Otranto

Mezza Maratona: 600 atleti in corsa per la solidarietà

Presentata a Otranto la manifestazione del 32° Gram: circa 600 atleti iscritti per una corsa non solo agonistica, ma di solidarietà. Importanti le misure di sicurezza per la gestione traffico

OTRANTO - È stata presentata nella mattinata presso il Castello aragonese di Otranto la "Mezza Maratona Terra d'Otranto", promossa ed organizzata dal 32° gruppo Radar dell'aeronautica militare e dall'associazione sportiva dilettantistica "Grecìa Salentina" di Martano, valida come Trofeo Nazionale dell'A.m. sia per le classiche della Federazione italiana di atletica leggera, e patrocinata dallo Stato maggiore dell'A.m. e dal comando operativo delle Forze Aeree (C.o.f.a) di Poggio Renatico (Fe), nonché dalla Regione Puglia, dalla provincia di Lecce e dal comune di Otranto.

Alla conferenza di presentazione erano presenti il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, il tenente colonnello del 32° Gram, Ciro Piergianni, il comandante della polizia municipale, Vito Alberto Spedicato, e il presidente dell'associazione Genitori Onco-Ematologia Pediatrica "Per un Sorriso in più", Antonio Giammarruto, in quanto scopo dell'evento è aiutare detta associazione, con il ricavato delle iscrizioni dei partecipanti.

Il sindaco Cariddi ha evidenziato l'importanza dell'appuntamento sia per il carattere prettamente agonistico e di spettacolo, sia per il valore di solidarietà, ma anche per la strategica promozione territoriale che ne deriva. Il tenente colonnello Piergianni ha presentato alcuni dei numeri della manifestazione, che ospiterà ben 600 atleti, provenienti da ogni parte d'Italia, in un'età compresa dai 29 ai 76 anni. L'atleta più anziano è Cesare Vernole, salentino classe 1934, pluricampione italiano della sua categoria, con alle spalle ben 120 maratone. L'atleta più giovane è Salvatore Chiriatti, classe 1983, mentre Paola Bernardo che ha già vinto la mezza maratona disputata lo scorso anno a Seclì, è la più giovane presenza al femminile. Palmira Saracino, classe 1941, è la veterana tra le donne. Tra gli iscritti, circa il 90% sono uomini, il restante 10% donne.

Il comandante Spedicato ha poi illustrato il percorso della manifestazione: la partenza è prevista dal Lungomare di Otranto, con un itinerario che toccherà i Laghi Alimini per tornare nuovamente verso Otranto, passando per il porto e le vie del centro, per circa 21 chilometri totali. Traguardo fissato sul Lungomare degli Eroi, dove intanto gli atleti del Club Scherma Lecce, sotto la guida del maestro, Alessandro Rubino, si esibiranno con assalti dimostrativi di fioretto e spada.


Per l'occasione, misure importanti per la gestione del traffico e l'incolumità degli atleti: dalle 8 alle 12 di domenica sarà sospesa la circolazione veicolare su Lungomare degli Eroi, via Vittorio Emanuele, Lungomare Terra d'Otranto, via Kennedy, via Punta, via Riviera degli Haethey, via Gelsi Mori, via Rocamatura, via Vicinale Santo Stefano, via Alimini - via Uliveto Vecchio, via Comunale Masseria Piccinna, via Masseria Muzza, Via Vicinale Fabrizio, via Mammacaselle, via Pantaleo Presbitero, Via Idro fino al 3° ponte, via Idro in uscita su via Giovanni Paolo II, via Donna Caterina, via San Francesco di Paola, via Ottocento Martiri, via Madonna del Passo, via Calamuri, via Martire Schito, via Porto, via Guglielmotto d'Otranto, via N. D'Otranto, Piazza Castello, via Papa Costantino, via Immacolata, Piazza del Popolo, Corso Garibaldi, via Cavour.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezza Maratona: 600 atleti in corsa per la solidarietà

LeccePrima è in caricamento