A Catanzaro la prima con mister Liverani: "Con rispetto, ma senza paura"

Dopo una settimana di intenso lavoro, l'esordio in panchina del nuovo tecnico del Lecce: "Il campo dirà a che punto siamo e cosa dovremo migliorare"

Fabio Liverani in conferenza.

LECCE – L’ultima raccomandazione di mister Liverani ai suoi prima di scendere in campo, domani sera, sarà quella di divertirsi. Il monito a evitare falli di reazione ed espulsioni per proteste reiterate è stato invece già scolpito nella roccia dello spogliatoio: “Di Piazza è stato fortunato che non ci fossi io”, ha commentato l’allenatore con riferimento alla squalifica di quattro giornate, ridotte ieri a tre, dell’attaccante che tornerà a disposizione dalla prossima giornata.

Il nuovo tecnico del Lecce, al termine della rifinitura al Via del Mare, ha incontrato i cronisti per la conferenza della vigilia. Nel parcheggio, intanto, un pullman già pronto per portare la comitiva giallorossa a Catanzaro dove il mister, da calciatore, ha giocato e anche segnato (con la maglia della Viterbese).

L’allenatore ha espresso un giudizio positivo della prima settimana di lavoro e ha dichiarato di aver trovato un gruppo sicuramente dispiaciuto per le dimissioni di Rizzo, ma mentalmente a regime: "Per vedere alcuni cambiamenti bisognerà aspettare settimane, ma i ragazzi hanno lavorato bene. Il campo ci dirà a che punto siamo, dove dovremo migliorarci".

Si porterà in viaggio tre o quattro ballottaggi nella testa, vuoi per una questione di caratteristiche dei singoli, vuoi per la necessità di distribuire gli sforzi dal momento che il tecnico ha bisogno di valutare sul campo l’organico, ma anche che si va incontro a una serie ravvicinata di partite: sabato 30 in casa contro il Bisceglie, poi di mercoledì 4 ottobre ancora al Via del Mare con la Sicula Leonzio e il sabato successivo a Castellamare di Stabia.

Marino e Ciancio non sono stati convocati: per entrambi qualche giorno di riposto affinché possano azzerare completamente i problemi fisici che si portano dietro. Costa Ferreira si è rimesso quasi del tutto in condizione: “Un giocatore di categoria superiore – ha detto il mister – che in questo momento può avere 60,70 minuti nelle gambe”.

Liverani ha fornito anche delle utili indicazioni dal punto di vista tattico, sul modulo e sui singoli: nel 4-3-3 solo Caturano e Dubickas possono fare la punta centrale; nel 4-3-1-2 Pacilli può essere l’unico del reparto offensivo a fare il rifinitore, ruolo che potrebbe però essere interpretato anche da Mancosu e Tsonev. Armellino è visto dal mister come un giocatore di ordine che può fare tanto l’interno che il centrale nella linea a tre, oppure essere uno dei due mediani davanti alla difesa nel 4-2-3-1. Di Lepore è stata riconfermata la nota duttilità può fare il laterale difensivo nel 4-3-1-2 e l’esterno alto nel 4-3-3 (all’occorrenza l’interno di centrocampo).

Il tecnico ha disegnato il profilo degli avversari: “Una squadra compatta, con elementi interessanti come Letizia, Benedetti e non solo. Sono dotati di buona fisicità e in questo momento viaggiano anche sulle ali dell’entusiasmo. Ci andiamo con grande rispetto per l’avversario, ma senza paura”. Come il Lecce,  anche il Catanzaro di mister Erra ha sette punti, frutto di due vittorie, un pareggio e una sconfitta. Cinque i gol fatti, tre quelli subiti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima della fine della conferenza Liverani si è detto certo di avere una squadra costruita bene, ma che per dire quale sia la gerarchia dei valori nel girone bisognerà aspettare la fine del girone di andata: "Noi, il Catania e il Trapani potenzialmente abbiamo qualcosa in più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento