Sport

Monteroni batte il Venafro. Operazione aggancio riuscita

Con autorevolezza i gialloblu salentini espugnano il campo del Venafro, con una prova corale che lascia poco spazio alle recriminazioni. 81 a 73 il finale per una gara che lancia la squadra in alta quota

Coach Lezzi

MONTERONI - Ancora una gara entusiasmante per il Monteroni, che inanella la sesta vittoria consecutiva e lo fa espugnando la palestra pedemontana di Venafro, potendo così agganciare la vetta della graduatoria. Un segnale forte quello dato dalla compagine salentina in terra molisana, arrivato con una prestazione senza timori reverenziali e con la necessaria consapevolezza dei propri mezzi: così i ragazzi di coach Lezzi hanno sfoderato una grande partita che non lascia alcun dubbio sulle potenzialità del gruppo.

I gialloblù monteronesi hanno condotto la partita dall’inizio alla fine, senza mai spezzare la gara, rimasta aperta fino agli ultimi minuti. Coach Mascio schiera Mengoni, Minchella, Alesse, Parlato e Trentini, risponde coach Lezzi con Rotolo, Provenzano, Serroni, Chirico e Paiano. Nel primo quarto sostanzialmente di studio, il Monteroni contiene a dovere l’impeto dei padroni di casa e colpisce con Chirico (14) dalla linea dei sogni, Provenzano (23) e Paiano (6) da sotto. Ottima prova di Rotolo (9) che detta i ritmi e i giochi e Serroni (17) che recupera palloni e prende le misure all’avversario.

Il secondo periodo parte con Manca (6) al posto di Provenzano e Durini, che avvicenda  Rotolo. I salentini provano da subito a dare una sferzata all’incontro  con una maggiore intensità offensiva e stringendo le maglie in difesa. Sia pure in difficoltà nell’aria pitturata per la presenza di Trentini (13) e Parlato (13), Manca e soci riescono ad allungare il vantaggio che, nel periodo raggiunge il divario massimo di 6 lunghezze, in più frangenti con una coriacea prestazione di Antonio Serroni (17), che unitamente a Provenzano seminano lo scompiglio nella difesa molisana, uscendo dai blocchi e realizzando dalla media e lunga distanza e sfruttando al meglio i tiri liberi (5/6 nel periodo) concessi.

Capitan Manca (6), ennesima prova di carattere, si segnala per la buona fase difensiva e per i due canestri dall’area. Vito Errico (6) contribuisce alla causa avvicendando Paiano e facendo gli straordinari sotto i tabelloni per limitare i lunghi di coach Mascio. Al riposo lungo si va con Monteroni avanti di 5 sul progressivo di 33 a 38.

Al rientro in campo Mengoni & C. sembrano  ritrovare verve e ossigeno (coach Mascio deve fare i conti con delle rotazioni un tantino più corte rispetto agli ospiti) e provano a impossessarsi del  pallino della gara. Lo spauracchio della cocente sconfitta di Monopoli è da stimolo per i molisani che, davanti al pubblico amico, intendono riscattare la debacle in terra di Puglia. Ne esce fuori una prestazione eccellente di Alesse (11) con nove punti realizzati nel periodo e di Mengoni (21), onnipresente, che esalta la platea locale con apprezzabili giocate in penetrazione e dalla media.

Venafro riesce così a rimanere saldamente attaccata allo score, mentre Monteroni si affida al tiro da fuori per domare e contenere la riscossa dei padroni di casa. Sugli scudi Rotolo con 2/4 dalla linea dei sogni e ½ dalla lunetta. Parziale di 21 a 16 e al 30° il tabellone recita parità 54 a 54. L'ultimo quarto, dopo un inizio punto a punto vede i salentini imprimere il proprio ritmo alla gara con lo show degli esterni e il lavoro oscuro di Chirico e Manca, che si iscrivono a referto con una conclusione da sotto. Durini si fa trovare pronto quando viene chiamato a rimpiazzare definitivamente Rotolo che accusa un infortunio che lo escluderà dall’incontro  fino alla sirena. Il lavoro aereo di Errico e Paiano risulta determinante nel limitare gli avversari e nella realizzazione di  punti pesanti. Finisce 73 a 81 nell’esultanza dei gialloblù del presidente Perniola.

Riuscita, dunque, l’operazione aggancio con una eccellente prova corale. Ora Monteroni, appaiata con Benevento e Venafro sulla seconda piazza della graduatoria, dovrà pensare alla gara infrasettimanale con Airola fra le mura amiche e con Mola in trasferta domenica prossima, per sperare l’aggancio alla testa occupata dal Molfetta di Corvino, già battuta al pala Poli e che, giovedì, ospiterà proprio il Venafro per il big match della giornata. L'appuntamento è per  giovedì 8 dicembre al pala Quarta Lauretti.  

Tabellini:

Quarta Caffè MD Discount N.P. Monteroni    81

Rotolo 9, Paiano 6, Provenzano 23,Manca 6, Durini, Leucci, Spada,Serroni 17, Chirico 14. Allenatore Antonio. Lezzi

Dynamic Venafro      73

Caldarelli E., Meengoni 21, Caldarelli A., Minchella 15, Alesse 11, Jelic, Zeoli, Brusello, Parlato 13, Trentini 13. Allenatore Arturo

Parziali 16-18; 17-20; 21-16; 19-23

  Progressivi  16-18; 33-38; 54-54; 81-73   

  Liberi Monteroni    14/16             Liberi  Venafro  14/20

  Da due Monteroni  23/39             Da Due Venafro    22/41        

  Da tre Monteroni     7/23              Da Tre  Venafro     5/17

  Falli Commessi NPM  17              Falli Subiti        NPM  15

Arbitri : 1º Arbitro:Fiore Adriano di Scafati (SA)

                     2º Arbitro:Carotenuto Paolo di Scafati (SA)

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monteroni batte il Venafro. Operazione aggancio riuscita

LeccePrima è in caricamento