Sport

Dal Cosenza al Matera, un passo alla volta. Moscardelli prenota goal pesanti

L'attaccante ha sottolineato l'importanza della vittoria di Cosenza e rispetto al suo momento di forma non si esalta: "Non ero uno scarso prima, non sono un fenomeno adesso"

Il quarto goal a Cosenza, secondo personale di Moscardelli.

LECCE – “Non ero scarso prima, non sono un fenomeno adesso”. Davide Moscardelli non ha rivincite da prendersi, sebbene anche lui sia finito nel mirino di alcuni critici (per professione o per passione) quando la vena realizzativa pareva esaurita.

Sul campo però ha risposto sempre con una generosità fuori dall’ordinario e la tifoseria lo rispetta per la professionalità e l'attaccamento che dimostra. Ora che sembra aver ritrovato la via del goal, tre nelle ultime due gare, è certamente l’elemento che può fare la differenza nella rincorsa al Benevento, che precede i salentini di un solo punto.

Con i due goal nella vittoriosa trasferta di Cosenza, Moscardelli è giunto a quota 9 marcature. La scorsa stagione furono 15, ma la vera speranza non è quella di migliorarsi quanto di incidere in maniera determinante: “Il mio obiettivo è di fare goal importanti” ha dichiarato ai cronisti nella sala stampa del “Via del Mare”, al termine della seduta mattutina.

Il calciatore, in vista del match contro il lanciatissimo Matera, in corsa per un posto ai play-off, ha ribadito la necessità di non fare programmi a lunga scadenza: “Il nostro peggior nemico siamo noi, anche se a quanto pare abbiamo capito la lezione”, ha detto con riferimento a quei cali di tensione che sono costati al Lecce risultati abbastanza clamorosi (Catanzaro, Lupa Castelli, Melfi).

A dire il vero anche la partita di Cosenza ha messo in evidenza alcuni passaggi a vuoto: raggiunto per due volte, il Lecce ha rischiato di andare in bambola anche dopo essersi portato sul 4 a 2. “Io la analizzo diversamente – ha risposto sul punto Moscardelli – perché bisogna dare merito all’avversario. La nostra è stata una vittoria di cuore e grinta, c’è sempre stata una nostra reazione contro una squadra che in casa non aveva mai perso".

Mister Braglia studia una nuova difesa.

Nell’allenamento a porte chiuse previsto per il pomeriggio a Martignano, mister Piero Braglia inizierà a definire l’allineamento difensivo con il quale affrontare il Matera. Abruzzese e Cosenza sono stati squalificati per un turno mentre Freddi, assente da diverse settimane per un problema al tallone, non è affatto scontato che venga recuperato. Di fatto, se non è allarme, poco ci manca e allora il tecnico del Lecce è chiamato a una quadratura non semplice: Legittimo potrebbe fare il centrale, ma c’è anche Beduschi che scalpita.

Alessandro Adamo del Cda.

L’assemblea dei soci dell’Us Lecce si è riunita questa mattina e ha deliberato l’ingresso nel consiglio di amministrazione, in qualità di consigliere, di Alessandro Adamo, di recente entrato nel novero degli azionisti del club. Affiancherà Salvatore De Vitis e Paolo Dal Brocco nell’organigramma al cui vertice vi sono il presidente Enrico Tundo e i vice Stefano Adamo e Corrado Liguori. Saverio Sticchi Damiani è il presidente onorario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Cosenza al Matera, un passo alla volta. Moscardelli prenota goal pesanti

LeccePrima è in caricamento