"Nel cuore del Salento": terza vittoria consecutiva per Piccirillo, ma è giallo sulla partenza anticipata

Nella tappa da Neviano a Collepasso nuovo successo per Giuseppe Piccirillo, che ha preceduto Giulian Vadrucci. I due podisti dominano anche la classifica generale. Polemiche all'arrivo per la partenza anticipata, che ha danneggiato alcuni atleti, tra cui anche uomini di classifica

LECCE – Era una delle gare più attese, la terza prova del circuito denominato “Nel cuore Salento, dall’Adriatico allo Jonio”, una gara podistica divisa in cinque tappe. Quella da Neviano a Collepasso, poco più di nove chilometri su un percorso tecnico e impegnativo (tra salite, discese e tratti di sterrato), era la gara centrale e forse più spettacolare dell’intero circuito. A rovinare l’evento, però, ci ha pensato la scellerata decisione della direzione di corsa di anticipare di oltre tre minuti la partenza prevista per le 18.30. Una scelta che ha di fatto tagliato fuori almeno una decina di atleti (forse anche di più), costretti a inseguire gli altri partecipanti. Tra loro anche uomini di classifica come Andrea Vetrugno dell’Asd Gpdm (capace comunque di un’incredibile rimonta che lo ha portato al 33esimo posto), che ha di fatto vanificato i risultati delle due gare precedenti, con una classifica generale che lo vedeva al terzo posto, a ridosso del secondo. A "giustificare" l'anticipo problemi sul percorso che avrebbero dovuto piuttosto ritardare lo start.

All’arrivo non sono mancate le polemiche, acuite dall’atteggiamento sgarbato e spocchioso degli organizzatori che, anzichè ammettere l’errore, hanno apostrofato gli atleti danneggiati in malo modo. Curiosamente, da regolamento, ogni reclamo doveva essere presentato “per iscritto e consegnato entro 30 minuti dal termine della gara al giudice arbitro, accompagnato da relativa tassa (non meglio precisata)”.

Al giallo della partenza si sono aggiunte altre lacune: innanzitutto il percorso tortuoso e poco e male segnalato, che gli ultimi atleti del gruppo hanno fatto fatica a leggere, rischiando in certi punti di sbagliare strada. Tante, inoltre, le autovetture presenti sul percorso di gara, sia all’inizio che nell’ultimo tratto, soprattutto nel centro abitato di Collepasso, mettendo in pericolo l’incolumità degli atleti e rovinando una bella giornata di sport.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lacune ed errori che, ovviamente, non inficiano il risultato degli atleti che hanno corso e concluso la gara, sfidando un caldo davvero proibitivo. Primo sul traguardo è giunto, ancora una volta Giuseppe  Piccirillo (dell’Asd Tre Casali), che ha chiuso in 35.05, precedendo di un solo secondo Giulian Vadrucci. I due runner dominano anche la classifica generale, con Piccirillo (uno dei campioni indiscussi che finalmente sembra aver messo da parte sfortuna e infortuni) primo con oltre un minuto di vantaggio. Sabato prossima tappa da Parabita a Tuglie, e domenica il gran finale con partenza da Taviano e arrivo a Torre Suda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento