menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Notte magica tra le vie del centro storico, grande successo per la "Corri sotto le stelle"

Grande successo di pubblico e partecipanti per la seconda edizione della "Corri e cammina sotto le stelle", la gara in notturna tra le vie della città barocca. Un evento organizzato (con il patrocinio del Comune di Lecce) da Simone Lucia, presidente dell'Asd Gpdm e ideatore e curatore della "Corri a Lecce, con importanti iniziative legate al sociale e alla solidarietà

LECCE – Metti una sera tiepida e un po’ capricciosa d’inizio estate, di quelle dal sapore dolce, dove sogni ed emozioni sembrano più vivi e più forti. Il capoluogo salentino sembra indossare il suo abito migliore per la seconda edizione della “Corri e cammina sotto le stelle”, uno degli eventi più attesi dell’estate, una passeggiata e una gara in notturna tra le vie della città barocca. Un evento organizzato (con il patrocinio del Comune di Lecce) da Simone Lucia, presidente dell’Asd Gpdm e ideatore e curatore della “Corri a Lecce” (di cui questo nuovo evento è una naturale appendice), la mezza maratona leccese giunta ormai alla quinta edizione (si sta già lavorando alla sesta) e divenuta uno dei riferimenti nel panorama delle gare podistiche nazionali.

La grande attesa è stata pienamente ripagata da uno straordinario successo di pubblico, partecipanti ed emozioni. Gli atleti, giunti da tutta la provincia e anche da altre regioni, hanno voluto sottolineare la perfetta riuscita di una serata indimenticabile e la bellezza di una gara unica, in cui tutto ha funzionato alla perfezione. Tanti i complimenti e i messaggi di ringraziamento e plauso giunti all’organizzazione.

I primi a percorrere i due giri (per complessivi 5,5 chilometri), alle 20, sono stati i partecipanti alla passeggiata non competitiva. Ognuno col suo passo, hanno percorso le strade da Porta Napoli a Porta Rudiae, risalendo fino a piazza Duomo. E ancora piazza Sant’Oronzo, la basilica di Santa Croce, capolavoro assoluto del barocco, per poi ridiscendere verso Porta Napoli. A rendere più speciale 

10392476_1128304617185569_4301082437916397891_n-2l’evento lo scopo benefico, con i ricavati dell’iscrizione devoluti in beneficenza al reparto di Oncologia pediatrica del Vito Fazzi di Lecce. Altrettanto importante la maglia per ricordare l’evento, legata alla campagna di comunicazione e sensibilizzazione dell'associazione Strada Facendo onlus. L'obiettivo è quello di prevenire e contrastare la violenza sulle donne con il progetto “Il Bene che ti Voglio”. E’ stata una serata all’insegna del sociale e della solidarietà, con la presenza della Cooperativa giovani e lavoro (grazie alla disponibilità di Roberto Riezzo), impegnata nei servizi sociali e nell’assistenza alle fasce svantaggiate; e il Centro riabilitativo per disabili di Carmiano (diretto da Maria Febbrile), presente all’evento. Per Salento Attivo, che ha colorato di arancione le strade, da sottolineare la presenza dell’assessore Attilio Monosi e di Francesco Tancorra. Alla serata ha partecipato anche il progetto e IrenerI, impegnato nella lotta alla contraffazione e allo sfruttamento dei lavoratori extracomunitari, presente con uno stand.

“Ringrazio l’amministrazione comunale e gli sponsor per aver reso possibile questo bellissimo evento – il commento di Simone Lucia –, e il coordinatore e i volontari della protezione civile che, con i volontari e i componenti dell’Asd Gpdm, hanno lavorato per realizzare questa seconda edizione. “Un plauso e un grazie – ha poi spiegato Lucia – vanno anche ai commercianti e ai residenti del centro storico, che hanno sostenuto e favorito l’evento, rendendo davvero magica questa serata. Davvero il miglior biglietto da visita per la città. La serata, infatti, è statapatrocinata dal Comune di Lecce come promozione importante anche in virtù della candidatura della città, in una simbiosi perfetta tra sport e cultura.

Alle 21 è toccato agli atleti della gara competitiva, divisi in tre batterie a seconda della categoria di appartenenza. Per gli atleti l’emozione unica di una gara in notturna, tra le vie 11222380_377022622486749_7378895484970585345_o-2profumate di storia del borgo antico, tra due ali di folla che hanno ammirato e incitato gli atleti. Il percorso, completamente transennato e vigilato in ogni parte, ha reso possibile quello che sembrava un sogno: correre tra le migliaia di persone che hanno affollato il centro storico. A ognuno è sembrato, anche solo per un istante, di correre la gara della vita. Alla fine, dopo aver varcato l’arco azzurro d’arrivo sotto il cielo stellato di Lecce, grande festa per tutti, con un ristoro a base di frutta fresca fornita dall’azienda Fatano 1880, una partnership importante finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di una corretta alimentazione (in cui la frutta ha un posto di rilievo) tra gli sportivi e non solo.

Alla fine la notte è sembrata avvolgere ogni cosa di oblio, ma non questa fantastica avventura. Quella rimarrà qualcosa di cui continuare a parlare a lungo, arricchendo nel tempo i ricordi di particolari e sensazioni nuove. Già, perché la memoria ingigantisce ogni cosa e lo sport, un po’ come la vita, è capace di disegnare destini fatti di geometrie impensabili, e di far convergere in una gara la storia di ognuno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento