Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Lecce: Zigoni, Lopez e Amodio su tutti. Melara e Bellazzini da ritrovare

I due uruguagi sono diventati un punto di riferimento nella squadra, oltre ai "soliti" Miccoli, Martinez e Bogliacino. Ma per un girone di ritorno a ritmi promozione serve ritrovare gli esterni che, per vari motivi, hanno reso meno del previsto

Nicolas Amodio.

LECCE – Ieri era tempo di un bilancio parziale sul girone d'andata, oggi di pagelle sui singoli. Tra alti e bassi, sorprese e delusioni, il Lecce si gode qualche giorno di riposo prima di tornare sul campo ad allenarsi. La ripresa è fissata per venerdì 27, in vista della prima partita del girone di ritorno: il 4 gennaio, al Via del Mare, arriva la Salernitana. All’andata finì 2 a 1 per i campani, ma i giallorossi di Moriero disputarono una buona partita andando in vantaggio con Miccoli e sfiorarono il pareggio con Bogliacino allo scadere.

Perucchini 6: avvio difficile, complice una difesa colabrodo. Molto meglio nella seconda parte.

Bleve 6: il voto è un investimento. Può crescere tanto.

Petrachi s.v.: il problema dei portieri è che ne gioca uno solo.

D’Ambrosio 6,5: non godeva della fiducia della società, si è imposto con orgoglio e vigore. Lodevole

Bencivenga 5: Nella gestione Moriero ha fatto vedere buone cose, poi un infortunio muscolare l’ha relegato ai margini. Il Lecce ci crede ancora? E lui, crede al Lecce?

Diniz 6,5:  è diligente, si applica e, nonostante qualche svarione, rende.

Vinetot 5,5: partito male, sembrava un oggetto misterioso. Lerda lo sta recuperando.

Martinez 6,5: dedizione e agonismo, è un punto di riferimento per i compagni.

Lopez 7: Nei momenti difficili non indietreggia mai e sa presidiare tutta la fascia. Concentrazione sempre al top.

Sales 6: è l'occasione della sua carriera. Da salentino non può lasciarsela sfuggire.

Ferrero s.v.: ha giocato poco, davanti ha elementi di un certo calibro.

Rullo 5: quando viene chiamato in caisa alterna cose buone ad altre meno azzeccate

Nunzella 5: un po’ di carattere non guasterebbe. Un giovane come lui deve dare il doppio

Amodio 7: un altro uruguagio al posto giusto. Sarà pure compassato, ma è generoso e tatticamente superiore alla media. Di quelli che pesano anche se non si vedono in maniera plateale.

Papini 6,5: a lungo assente per un problema fisico, si è inserito subito e senza smagliature nelle geometrie del centrocampo. In ogni squadra ce ne vuole almeno uno così.

Salvi 6,5: una sorta di mister x che con umiltà si è ritagliato il suo spazio non secondario.

Parfait 5,5: è un buon giocatore, ma dal punto di vista tattico deve farne di strada.

Sacilotto 5,5: come centrocampista offensivo può dare il suo contributo, ma in attesa di rivederlo in campo resta un’incognita.

Bogliacino 6,5: all’inizio mediano basso, poi dietro le punte. Una differenza notevole di rendimento. Vede sempre la porta.

Melara 5,5: a sprazzi. qualche volta un corpo estraneo, altre determinante. Merita fiducia.

Doumbia 6: decisamente efficace quando punta l’avversario, sta imparando anche la fase di non possesso e di copertura.

Ferreira Pinto 5,5: ce ne ha messo di tempo per dimostrare di poter essere utile nel progettto di Lerda.

Miccoli 6,5: impegna almeno due avversari per volta. Questo lo rende unico. Non ha perso il vizio del goal e nello spogliatoio è leader.

Zigoni 7: arrivato con buone credenziali, sta confermando di poter diventare un attaccante come si deve. Goleador con Miccoli

Beretta 6: sembra stare un poco sulle sue, ma ha velocità e tecnica. Ottima alternativa.

Bellazzini s.v.: dopo l’infortunio non può che tornare ad essere il bel giocatore che era prima di arrivare a Lecce. Questione di principio

Moriero 5,5: è stato sfortunato, non c’è che dire. E forse anche ostinato su alcune scelte.

Lerda 7: a lui il merito di aver rimesso in piedi la squadra e, soprattutto il morale. La lezione dello scorso anno non è di quelle che si dimenticano.

A.Tesoro 6,5: la rosa è competitiva, rinnovata e assai meno problematica. Forse un paio di elementi sono di troppo, ma a gennaio il ds avrà modo di correggere il tiro, anche in entrata se dovesse capitare l'occasione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce: Zigoni, Lopez e Amodio su tutti. Melara e Bellazzini da ritrovare

LeccePrima è in caricamento