Sport

Le pagelle. Freddi puntella la difesa, il capitano corre e segna. Bocciato Liviero

Incoraggianti le risposte fornite dal Lecce a Castellammare di Stabia. La reazione muove la classifica, ma ancor più rasserena l'ambiente, scosso dallo scivolone contro la Fidelis Andria. Il terzino si è fatto espellere ingenuamente, che ne faccia lezione

Matteo Liviero.

LECCE – Importante successo per il Lecce impegnato in trasferta a Castellammare di Stabia. Confortante la risposta data dalla squadra dopo la sconfitta interna della prima giornata contro la Fidelis Andria. I giallorossi hanno mostrato voglia di riscatto, tenuta dal punto di vista temperamentale anche in inferiorità numerica, e fatto diversi progressi dal punto di vista dell’intesa tra i reparti e più in generale della manovra.

Voto 6,5 per mister Asta che ha saputo trasmettere, o trovare dentro i suoi ragazzi gli ingredienti di una risposta immediata che serviva all’ambiente ancora più che alla classifica. Ripartire dal discusso 4-3-1-2 con Surraco dietro le punte è stato segnale di convinzione nel proprio credo: un rischio che ha prodotto un primo tempo di spessore.

Perucchini (6,5) si è fatto trovare pronto alla chiamata. Decisivo su Arcidiacono, ha mostrato qualche incertezza in uscita alta, ma è una risorsa sulla quale insistere con continuità. L’inserimento di Freddi (6,5), ha dato sicurezza a Camisa (6,5) al centro della difesa. Discreta la prova degli esterni Lo Bue (6) e Liviero (5,5) che avevano il compito di fermare le avanzate di Cancellotti e Contessa, ma sulla prestazione del mancino pesa l’espulsione e in particolare il giallo stupidamente rimediato per perdita di tempo (5).

Papini (7), ha svolto bene il compito di cerniera tra difesa e resto della squadra e ha il grande merito di aver segnato il goal della vittoria. Lepore (7) si è speso in lungo e in largo per dare una mano al capitano, ma ha anche fatto tremare per due volte i legni della porta di Russo. Sufficiente, perché concreta e accorta tatticamente, la partita di Suciu (6).

Logico che Asta rinunciasse, per l’espulsione di Liviero, proprio a Surraco (5,5) che in posizione di trequartista dà spesso l’impressione di poter segnare il match ma che finisce più di una volta per intestardirsi palla al piede. Lodevoli comunque i ripiegamenti difensivi, almeno fino a che ce la fa.

Peccato per l’infortunio a Curiale (5,5) che in due circostanze sfiora il goal ma senza trovare la cattiveria giusta. Generosa la prestazione di Moscardelli (6) che corre come un dannato fino alla sostituzione, avvenuta al minuto 78, aiuta i compagni nel pressing e cerca anche di contribuire alla costruzione della manovra.  

Per quanto riguarda i subentrati, Doumbia (5,5) può e deve dare di più come peso offensivo, Beduschi (5,5) si sacrifica su una corsia, quella mancina, che non gli appartiene ma perde palla ingenuamente e si becca una sacrosanta ammonizione, mentre Gigli (6), mandato in campo per arginare le conseguenze dei cross che piovono a dirotto nello scorcio finale di partita, svolge il suo compito con attenzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le pagelle. Freddi puntella la difesa, il capitano corre e segna. Bocciato Liviero

LeccePrima è in caricamento