menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La disperazione di Mancosu (foto chilla).

La disperazione di Mancosu (foto chilla).

Partita a senso unico, ma il Lecce non sfonda le linee dell'Entella

Secondo pareggio di fila per la squadra di Corini che le prova tutte per vincere la gara. Il portiere dei liguri migliore in campo. De Col graziato per una gomitata volontaria a Rodriguez: per lui solo ammonizione

LECCE - Non basta giocare una partita intera nella metà campo avversaria per portare a casa i tre punti: il ventenne portiere della Virtus Entella, Russo, sbarra la strada al Lecce che per almeno tre volte è andato vicinissimo al gol. A fronte della mole di possesso palla, le occasioni per i giallorossi non sono state poi nemmeno troppe. Contro una squadra che gioca sempre con tutti gli uomini dietro la linea della palla è anche difficile trovare i varchi giusti, ma certo è che la squadra di Corini manca ancora una volta, dopo il match di Pescara (1 a 1) l'appuntamento con una vittoria che avrebbe potuto significare un discreto avanzamento in classifica. 

Primo tempo

Il Lecce impiega qualche minuto a prendere le misure, poi lancia un progressivo assedio all’area di rigore della Virtus Entella: al 12’ oltre la traversa il colpo di testa di Pettinari, al 15’ fuori misura il tiro di Mancosu, al 17’ la respinta di Russo su potente conclusione di Rodriguez. I giallorossi insistono: il portiere ospite si oppone al colpo di testa di Maggio su cross di Henderson, al 23’ rapida sequenza tra Rodriguez e Mancosu che invece di tirare appoggia al centro per Pettinari la cui girata a rete viene deviata da un difensore, ma l’arbitro concede la rimessa dal fondo. Al 25’ Russo blocca a terra un tiro ravvicinato di Pettinari, mentre al 30’ i liguri vanno al tiro per la prima volta, con una conclusione fuori misura di Brunori. Al 38’ tiro di Mancosu sul primo palo, la sfera termina sul fondo.

Secondo tempo

Nella ripresa il Lecce perde un poco di smalto, ma si continua a giocare in una sola metà campo. I giallorossi costruiscono un paio di situazioni interessanti ma la Virtus Entella riesce ad attenuare i colpi: tra il 64' e l'81' Corini manda in campo Yalcin per Pettinari, Stepinski per Rodriguez e Coda per Bjoerkengren nella speranza di trovare il guizzo decisivo. Si deve però attendere lo spezzone finale per due chiare occasioni da gol: prima il colpo di testa di Stepinski, deviato da Russo, poi con una rovesciata di Yalcin terminata di poco fuori. Il Lecce si lamenta moltissimo per le estenuanti perdite di tempo dei liguri e l’arbitro concede un’ulteriore proroga oltre i cinque minuti di recupero. L’assalto all’arma bianca non si concretizza e finisce 0 a 0. Contro le ultime due della classe il Lecce ottiene solo due pareggi e le recriminazioni, alla fine, rimbalzano sul risultato scolpito sul tabellone del Via del Mare.

Mister Corini: "Non ci sono partite facili"

A fine gara l'allenatore del Lecce è molto rammaricato per l'esito del match: "Non posso rimproverare nulla ai ragazzi, hanno mosso la palla, fatto stancare gli avversari, tirato da dentro l'area di rigore, tirato da fuori, abbiamo insomma provato in ogni modo. Abbattere il muro dell’Entella è stato complicato, c’è grande dispiacere".

Il tecnico però non concorda su una lettura basata sulle posizioni di classifica: "Abbiamo pareggiato due partite che leggendo la classifica potevano sembrare facili, ma oggi il Pescara ha vinto a Cittadella, l’Entella stesso stava vincendo 2 a 0 a Venezia (24 giornata, risultato finale 3 a 2 per i lagunari, ndr). La prestazione oggi è stata fatta. Abbiamo avuto le occasioni per vincere, sia oggi che a Pescara, ma non siamo stati bravi a concretizzarle".

Il tabellino di Lecce-Virtus Entella 0 a 0

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio (81’ Paganini), Lucioni, Meccariello, Gallo; Henderson (76’ Majer), Hjulmand, Bjorkengren (81’ Coda); Mancosu (cap.); Rodriguez (76’ Stepinski), Pettinari (64’ Yalcin). A disposizione: Bleve, Monterisi, Nikolov, Zuta, Borbei, Maselli, Tachtsidis. Allenatore: Corini

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Russo; De Col, Pellizzer (cap.), Chiosa (46' Poli), Costa; Koutsoupias, Paolucci (60’ Nizzetto), Brescianini (60’ Settembrini); Schenetti (90+1 Dragomir); Brunori, Mancosu (66’ Capello). A disposizione: Bonini, De Luca,, Coppolaro, Borra, Toscano, Morosini, Pavic. Allenatore: Vivarini

Ammoniti: 52’ Paolucci, 70’ De Col, 73’ Pellizzer e Yalcin, 77’ Stepinski, 90+3 Brunori, 90+6 Mayer

Arbitro: Meraviglia di Pistoia; assistenti: Capaldo di Napoli, Sechi di Sassari, Illuzzi di Molfetta.

La 26esima giornata

Risultati: Venezia-Reggiana 2 a 1; Lecce-Virtus Entella 0 a 0; Cittadella-Pescara 0 a 1; Ascoli-Pisa 0 a 2; Chievo Verona-Pordenone 3 a 0; Salernitana-Spal 0 a 0; Vicenza-Cremonese 1 a 0 (in corso); Reggina-Empoli 0 a 3; Brescia-Cosenza 0 a 0; Frosinone-Monza 2 a 2.

Classifica: Empoli 49; Venezia 45; Monza 44; Salernitana 43; Chievo Verona 42; Lecce e Cittadella 40; Spal 38; Pisa 36; Frosinone 34; Pordenone 33; Reggina 32; Vicenza 31; Brescia 30; Cremonese 29; Reggiana 28; Cosenza 26; Ascoli e Pescara 22; Virtus Entella 19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento