Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Per Munari si va alle buste. Di Francesco, c'è il sì

La sorte del centrocampista, così come quella di Daniele Cacia, verrà decisa solo domani all'apertura delle buste, ma il Palermo ci avrebbe messo il triplo del Lecce. Il tecnico ha firmato per due ann

Gianni Munari.-2

Eusebio Di Francesco è ufficialmente il nuovo allenatore del Lecce. L'ex tecnico del Pescara ha firmato un biennale e verrà presentato nel primo pomeriggio di lunedì allo stadio di Via del Mare. Resta però da risolvere tutto il resto, a partire dalle comproprietà di Munari e Cacia, rispettivamente con il Palermo e con il Piacenza. Le società non hanno trovato un accordo e dunque la spunterà il miglior offerente: l'apertura delle buste avverrà alle 11 di domani.

Se l'attaccante è ritenuto uomo mercato dopo l'ottima stagione in serie B, e dunque un tesoretto per la società di via Templari pronta a venderlo, per il centrocampista di Sassuolo la situazione è assai diversa: pareva dovesse restare in giallorosso per il quinto anno consecutivo ma il Palermo lo ritiene pedina di scambio per arrivare a Mantovani del Chievo, squadra alla quale Munari piace da tempo. Domattina si saprà se il Lecce sarà riuscito a trattenere in extremis un giocatore che per attaccamento alla maglia (nonostante fosse sempre in bilico) e comportamento dentro e fuori dal campo meriterebbe senza dubbio la fascia di capitano.

Per il resto, la Roma ha esercitato il diritto di contro riscatto per Andrea Bertolacci che così, dopo essere stato valorizzato a Lecce, torna per 750 mila euro alla Roma dove pare potrà trovare adeguato spazio sin dal prossimo anno. David Di Michele, invece, resterà in giallorosso ancora per un anno: l'accordo tra l'attaccante e Osti è stato raggiunto questa mattina. Ritorna nel Salento Ciccio Mazzotta, del quale è stata rinnovata la comproprietà con il Genoa. Fatto che dovrebbe portare al rinnovo del prestito di Nenad Tomovic, anche se il Siena si è intromesso nella trattativa. Rinnovate le comproprietà per Antonio Mazzotta e Alessandro Scialpi con Palermo e Varese.

Ultim'ora: secondo indiscrezioni Munari torna a Palermo. Troppo bassa l'offerta del Lecce.


Secondo Sky Sport, Munari è del Palermo: la società rosanero avrebbe infatti messo sul piatto 300 mila euro contro i 120 mila del Lecce. Naturalmente per l'ufficialità bisogna attendere l'apertura delle buste ma se così fosse - e ci si augura di no - sarebbe un colpo difficile da giustificare. Munari aveva esplicitamente chiesto di "mettere radici" a Lecce, dove viveva già da quattro anni, e proposto un prolungamento del contratto in scadenza fino al 2015, pare con un leggero ritocco dell'ingaggio. Per Cacia, invece, pare che la società salentina abbia avuto la meglio sul Piacenza e così potrà capitalizzare al massimo la cessione del prolifico attaccante che, tra l'altro, a Lecce ha escluso a priori di tornare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Munari si va alle buste. Di Francesco, c'è il sì

LeccePrima è in caricamento