Sport

Pesca sportiva, l'otrantino Negro sul tetto del mondo

La Provincia di Lecce consegnerà un riconoscimento a Giuseppe Negro, il salentino laureatosi a Ostia campione del mondo di "big game drifting", la disciplina più prestigiosa della pesca sportiva

Giuseppe Negro.

La Provincia di Lecce consegnerà un riconoscimento a Giuseppe Negro, il salentino laureatosi a Ostia campione del mondo di "big game drifting", la disciplina più prestigiosa della pesca sportiva. Negro, avvocato, residente ad Otranto, con il suo equipaggio dell'Italia1, ha primeggiato su 18 imbarcazioni, confrontandosi con i migliori del mondo. Nel settembre del 2010 si era già diplomato campione d'Italia di pesca traina d'altura, nel corso delle prove sostenute nelle acque di Mola di Bari.

A comunicare la notizia sul riconoscimenti sono l'assessore provinciale allo Sport Massimo Como e il consigliere provinciale Francesco Bruni, i quali esprimono "ampia soddisfazione per l'ennesimo titolo conseguito da Giuseppe Negro, non nuovo a traguardi di altissimo livello".

"L'avvocato Negro, che ha iniziato la pratica della pesca sportiva ad Otranto sin da ragazzino, già l'anno scorso anno vinse il campionato italiano di pesca traina d'altura. Il successo raggiunto ieri, nel corso della terza edizione dei Giochi mondiali della pesca, che si stanno svolgendo dal 28 agosto ad Ostia, che lo ha consacrato protagonista di fronte a 2mila e 500 partecipanti, rappresenta la definitiva consacrazione internazionale per l'atleta e, certamente, costituisce motivo di vanto per tutto il movimento della pesca sportiva salentina".


"Per questo, nei prossimi giorni, al rientro da Ostia, Giuseppe Negro riceverà un ulteriore riconoscimento dalla Provincia di Lecce, finalizzato ad evidenziare il ruolo di importante testimonial che il campione ha finora svolto a favore del nostro territorio" , concludono l'assessore Como e il consigliere Bruni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca sportiva, l'otrantino Negro sul tetto del mondo

LeccePrima è in caricamento