Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Braglia, un tecnico di categoria: per lui tre promozioni e il feeling con il Sud

Ha 60 anni ed è originario di Grosseto il nuovo tecnico del Lecce. A Catanzaro una lunga militanza da calciatore e la vittoria di una campionato. Successi anche a Pisa e Castellammare di Stabia. Qualche anno addietro un passaggio a Taranto

Foto da Pisa Today

LECCE - Piero Braglia, 60enne grossetano, è il nuovo allenatore del Lecce: l'ufficialità è arrivata alle 20. Dopo sei giornate dall’inizio del campionato, durante le quali la squadra ha raccolto sei punti, Antonino Asta è stato sollevato dall’incarico: determinante è stata la rovinosa sconfitta di Foggia, rimediata ieri.

Braglia - che domani mattina alle 9 dirigerà il primo allenamento, a Martignano, e che sarà presentato alla stampa alle 14 al "Via del Mare" - è quello che si definisce un tecnico di categoria. Da calciatore, dopo aver disputato diverse stagioni in serie A, tra Fiorentina e soprattutto Catanzaro, ha giocato in B con Catania e Triestina prima di chiudere la sua carriera di centrocampista con la Rondinella.

In qualità di tecnico, dopo tanto girovagare, conquista la serie B con il Catanzaro nel campionato 2003/2004 e con il Pisa nella stagione 2006/2007. Stesso risultato nel 2010-2011 con la Juve Stabia, squadra con la quale rimane fino al giugno del 2014 quando firma di nuovo con il Pisa, ma l’avventura in nerazzurro si conclude con un esonero il 16 marzo scorso.

Braglia ha avuto anche un’esperienza in Puglia, durata però solo cinque giornate, sulla panchina del Taranto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braglia, un tecnico di categoria: per lui tre promozioni e il feeling con il Sud

LeccePrima è in caricamento