Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

C’eravamo tanto amati… scintille tra Di Michele e la società

Ad un'intervista dell'attaccante, rilasciata ad un quotidiano sportivo, l'Us Lecce replica con alcune precisazioni. Tema del confronto, la clausola per il rinnovo per il 2011-2012. L'attaccante Speziale a disposizione da luglio

David Di Michele contro il Palermo.

 

LECCE – Il rapporto tra David Di Michele e l’Us. Lecce sembra oramai alla frutta. Non solo per la mancata disponibilità della società salentina a presentare una proposta all’attaccante per farlo rimanere in giallorosso anche la prossima stagione - “anche in Lega Pro”, come ha avuto modo di dichiarare l’autore di 11 reti nell’ultimo campionato di A – ma anche per le scintille che sono scaturite da un’intervista rilasciata da Di Michele al quotidiano La Gazzetta dello Sport.

“Non vedo e sento Pierandrea da un anno e neppure voglio nominarlo”, aveva risposto l’attaccante ad una domanda del cronista. “Con me ha chiuso, visto come si è comportato la scorsa estate, quando mi sono ritrovato sul contratto, per sua decisione, lo stesso ingaggio che percepivo nella stagione precedente. Con Rico, invece, continuo ad avere un ottimo rapporto. E penso che proprio lui sarebbe la persona giusta per puntare al rilancio della società”.

Netta la replica giunta da via Templari: “L’Us Lecce, in merito alle dichiarazioni rilasciate da David Di Michele e pubblicate in data odierna, tiene a precisare che l’opzione a favore dell’Us Lecce per il rinnovo del contratto 2011/12 del sopracitato giocatore ed il relativo contenuto economico, erano stati stabiliti in un documento, sottoscritto dallo stesso calciatore nell’agosto del 2010. Si ricorda, inoltre, al calciatore che l’Us Lecce ha, nella sostanza, raddoppiato l’importo già pattuito in quel documento. Si ritiene superflua ogni altra considerazione se non quella di tipo etico per il comportamento di chi, comunque, sino al 30 giugno è un tesserato dell’Us Lecce”.

Insomma, stando così le cose, solo un colpo di mano di Rico Semeraro – che secondo indiscrezioni dei giorni scorsi starebbe valutando l’idea di rilevare da solo la società – potrebbe evitare che si consumi la rottura tra il Lecce ed uno dei suoi giocatori più stimati dall’ambiente e rappresentativi. Nell’attesa che ci sia qualche comunicazione ufficiale sull’orientamento della proprietà rispetto all’alternativa tra un altro anno di “autogestione” e il passaggio di consegne con Savino Tesoro – ipotesi che però resta subordinata alla determinazioni della giustizia sportiva rispetto alle vicende del calcioscommesse -, la società ha rinnovato con il Milan la compartecipazione di David Speziale, attaccante classe 1994. Sarà a disposizione del Lecce dal primo di luglio. Il 18enne brianzolo, che è legato ai colori giallorossi fino al 2014, è rientrato, come contropartita tecnica, nel passaggio di Mesbah al Milan durante il mercato invernale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C’eravamo tanto amati… scintille tra Di Michele e la società

LeccePrima è in caricamento