Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Un attaccante, due ali e un marcatore: Corvino annuncia la lista della spesa

Se Monterisi dovesse essere ceduto in prestito, allora i difensori in entrata sarebbero due. Sette invece i calciatori in uscita. Presentato il francese Gendray

LECCE - Quella su Valentin Gendray è una scommessa sulla quale Pantaleo Corvino fa affidamento: al 21enne terzino destro francese, infatti, è stato proposto un contratto triennale con opzione per il biennio successivo. Il calciatore, anche lui prelevato dall'Amiens (come Blin), è stato presentato questa mattina dal direttore dell'area tecnica. 

Si ispira a Philipp Lahm, già bandiera del Bayern Monaco e dalla nazionale tedesca, e si ripropone di imparare velocemente la lingua italiana per poter accelerare il suo inserimento. Di certo ha già un'idea di cosa lo aspetta: "Ci sono squadre forti, come il Parma, il Benevento, ma il Lecce ha tutte le qualità per fare bene. Io ho l'obiettivo di crescere". Che di strada davanti ne abbia da percorrere lo aveva, del resto, già premesso Corvino: "Lui per vocazione prediliga la fase difensiva, ma cerca anche di accompagnare l'azione. Non arriva a fondo campo, a quello ci penseranno gli esterni offensivi. Ha un buon piede, è determinato e si fa rispettare nel gioco aereo. Essendo un 2000 ha alcuni difetti e noi faremo di tutto per farlo migliorare, per allenarlo all'intensità tipica del calcio italiano". 

Gendrey con ogni probabilità dunque partirà dalla panchina: Calabresi (anche lui ad Amiens, due stagioni addietro) parte certamente favorito nelle gerarchie ma l'auspicio di tutti è che mister Baroni possa presto avere l'imbarazzo della scelta. 

Dopo la presentazione del giovane francese, Corvino si è soffermato su una sorta di bilancio delle operazioni di mercato, quelle perfezionate e quelle ancora da fare. Sono sette calciatori considerati in esubero - un portiere, tre marcatori, un esterno difensivo e uno offensivo. Poi ci sono Maselli e Monterisi: il primo andrà in prestito un club dove potrà avere l'opportunità di giocare con continuità, mentre il secondo è oggetto di valutazione da parte di Baroni che potrebbe anche decidere di tenerlo nell'organico. Una seconda chance potrebbe essere data al colombiano Vera, mentre di qui alla fine del mercato il direttore dell'area tecnica porterà in giallorosso due esterni offensivi, un attaccante centrale, uno o due centrali di difesa (dipende dal destino di Monterisi). Corvino, in chiusura di intervento, ha ribadito che non ci saranno tesseramenti di calciatori svincolati dal Chievo: i profili che farebbero caso al Lecce hanno ingaggi troppo alti per i parametri stabiliti dalla società salentina.

L'impressione è che il Lecce sia oramai a buon punto per quanto riguarda l'allestimento dell'organico. Il primo impegno uffciale sarà domenica 15 agosto a Parma, in Coppa Italia (diretta alle 18 su Italia 1), mentre sette giorni dopo ci sarà il debutto in campionato, a Cremona: "Stiamo facendo gli straordinari - ha commentato il direttore -. Prima il tecnico avrà la rosa al completo, meglio sarà. Il nostro inizio di stagione non è dei più facili: abbiamo quattro gare fuori e due in casa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un attaccante, due ali e un marcatore: Corvino annuncia la lista della spesa

LeccePrima è in caricamento