Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Martinez ora c’è. E il Lecce vuole scacciare lo spettro della crisi

Presentato il difensore: se giocherà 11 partite il suo contratto sarà rinnovato per la prossima stagione. Tesoro ha confermato di aver parlato con Di Michele: "E' forte, ma con il nostro parco attaccanti non è una priorità"

Antonio Tesoro e Gilberto Martinez.

LECCE – Con la firma e la presentazione in tarda mattinata, Gilberto Vidal Martinez è un calciatore del Lecce a tutti gli effetti. Il difensore costaricense, che si sta allenando agli ordini di mister Franco Lerda già da diversi giorni, potrebbe fare già domenica contro il Cunedo il suo esordio nell’undici giallorosso, considerando anche l’assenza di Diniz per squalifica. Il difensore brasiliano è solo uno dei tre calciatori appiedati dal giudice sportivo dopo la rocambolesca gara di Cremona: gli altri due sono Tomi e Memushaj.

Martinez, detto “El Tuma”, ha 33 anni, nasce come laterale destro, sa muoversi bene anche su una linea a cinque di centrocampo e può fare, all’occorrenza, il centrale. Sin dall’estate era in cima alla lista del direttore sportivo Antonio Tesoro proprio per la sua duttilità, anche se delle lungaggini burocratiche lo hanno inchiodato nel suo Paese. Ha firmato un contratto per sei mesi che si rinnoverà automaticamente al raggiungimento delle 11 presenze in campionato.

Ha militato nove stagioni nel Brescia e ogni quattro anni ha provato a staccarsi dalle rondinelle ma con risultati non felici, prima nella Roma e poi con la Sampdoria: “Mi sento bene fisicamente – ha detto il nuovo acquisto in una dichiarazione diffusa dal sito dell’Us Lecce -, sicuramente c’è sempre da lavorare ed io cercherò di farlo al meglio per cercare di guadagnare un posto, sempre portando il massimo rispetto per i miei compagni. Questa per me sarà la mia prima volta in Lega Pro, ma non è assolutamente un problema, anzi devo portare il massimo rispetto verso società e compagni, cercando di rispondere alle responsabilità che ho”.

Contro il Cuneo, domenica, potrebbe rientrare anche Bogliacino, almeno per una parte della gara. L’uruguagio ha avuto il via libera dallo staff medico e già da un paio di giorni si sta allenando con il gruppo. In una gara che dirà molto anche rispetto al caso scoppiato la scorsa settimana con la non convocazione di Giacomazzi (e di Chevanton), il Lecce è chiamato a confermare i segnali di riscatto manifestati nelle ultime due uscite dopo un mese piuttosto deprimente. Quanto alle altre trattative, Tesoro ha confermato di aver parlato sia con David Di Michele con il suo procuratore, prendendo atto della volontà del calciatore di tornare a vestire la maglia giallorossa. Ma il responsabile dell’area tecnica ha precisato che l’attaccante romano non è una priorità, avendo il Lecce un parco attaccanti che andrebbe comunque sfoltito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martinez ora c’è. E il Lecce vuole scacciare lo spettro della crisi

LeccePrima è in caricamento