rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport

Dopo Faragò ecco Simic e poi Asencio. Il ds: "In entrata mercato chiuso"

Durante la presentazione del difensore croato, il punto della situazione di Stefano Trinchera. Atteso nei prossimi giorni l'arrivo dell'attaccante spagnolo che ha smaltito la positività al Sars Cov2

LECCE - Le operazioni in entrata per quanto riguarda la campagna trasferimenti del Lecce si chiuderanno a breve, non appena lo spagnolo Raul Asencio, alle prese finora con isolamento da Covid, lascerà la Spagna, il che potrebbe accadere già domani. L'attaccante, che ha 23 anni, conosce bene il calcio italiano: in serie B ha disputato 87 gare con 17 gol all'attivo (7 con Avellino e Cosenza, 3 con il Benevento). 

Il direttore sportivo del Lecce, Stefano Trinchera, ha ribadito oggi che la trattativa è conclusa e che il ritardo è imputabile solo alle questioni sanitarie, peraltro in via di risoluzione. Lo ha fatto durante la conferenza di presentazione di Lorenco Simic, il difensore  che, dopo esperienze nel campionato slovacco e polacco, rientra nel Belpaese dove ha giocato con l'Empoli e con la Spal. L'arrivo del calciatore croato ha fatto seguito a quello del centrocampista Paolo Faragò che ha già esordito nella vittoriosa trasferta di domenica contro il Pordenone.

"Con l'arrivo di questi calciatori - ha detto Trinchera - concludiamo con largo anticipo le operazioni in entrata. Ci tengo a dire che, numeri alla mano, abbiamo un organico difficile da migliorare. Non abbiamo colmato delle lacune ma abbiamo voluto arricchire la rosa". 

Simic, che ha 25 anni e può giocare da marcatore centrale tanto in una linea a tre che in una a quattro, ha spiegato che "la trattativa è stata veloce, sono bastati due giorni per definire ogni aspetto perché il mio desiderio era tornare in Italia e mi sentivo pronto per farlo". Nelle intenzioni del calciatore l'avventura col Lecce dovrebbe significare una rinascita: "Nella mia prima esperienza ero molto giovane. Non conoscevo la lingua e nemmeno la mentalità. I primi sei mesi sono stati difficili, poi è andata meglio ma ho avuto degli infortuni. Ho scelto il numero 6, che non ho mai indossato nella mia carriera, proprio perché voglio un nuovo inizio".

Anche Simic, che ha detto di avere come modello Van Dijk, difensore del Liverpool nonché capitano della nazionale dei Paesi Bassi, ha avuto a che fare direttamente con la pandemia: "Ho finito un periodo di quarantena, per cui probabilmente avrò bisogno di una settimana per ritrovare la condizione migliore". 

Dalla Lega di B intanto è arrivata la comunicazione sul recupero di Lecce-Vicenza, rinviata due volte per Covid: la gara è stata programmata per il 26 gennaio, mercoledì, alle 20.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Faragò ecco Simic e poi Asencio. Il ds: "In entrata mercato chiuso"

LeccePrima è in caricamento