Professionisti k1: una quota rosa sul podio

Parte da allieva e torna campionessa professionista

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Chi lo ha detto che la boxe e le arti marziali non sono roba da femmine? Non lo sappiamo, ma, evidentemente, se qualcuno lo ha fatto si sbagliava e non ha mai assaggiato il temibile gancio destro di Alessia Coluccia 18 anni (1997).
Alessia, dopo essersi aggiudicata il Titolo Italiano di K1 (prima serie) e dopo un allenamento intensivo insieme al suo Coach Antonio Buono della Palestra Zen Shin di Galatina, il 12 dicembre è salita nuovamente sul ring del Palazzurri di Trieste, ma questa volta lo ha fatto da professionista. Il primo incontro di questo livello per la Coluccia.
Quindici minuti. Cinque riprese da tre minuti.
Anche se per gli addetti ai lavori si tratta di un match piuttosto lungo, l'avversaria e favorita, Agnese Stazzuffa, 23enne friulana, ha dovuto piegarsi alla bravura, alla grinta, alla tecnica e alla preparazione di Alessia.

Alessia Coluccia, partita con umiltà e determinazione, torna in Salento da campionessa ma, soprattutto, da professionista.
L'arbitro friulano ha alzato al cielo il braccio destro di Alessia decretandone la superiorità tecnica e fisica sul ring.

Un'altra performance positiva per il team Zen Shin e un'altra atleta da celebrare per il Salento.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento