rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Sport

Campedelli e Rappa su Skoda Fabia R5 vincono il 54° Rally del Salento

Gara incerta e selettiva sino al termine. La coppia romagnolo-sicula che si conferma leader del campionato italiano rally asfalto, ha preceduto sul traguardo la vettura gemella di Marco Signor e Patrick Bernardi e la Volkswagen Polo di Corrado Pinzano e Marco Zegna

LECCE - L’equipaggio composto da Simone Campedelli e Gianfrancesco Rappa su Skoda Fabia R5 preparata da Step Five Motorsport si è aggiudicato la 54esima edizione del Rally del Salento, seconda prova a coefficiente 1,5 del Campionato Italiano Rally Asfalto e della Coppa Rally ACI Sport di Settima Zona, organizzata da Automobile Club Lecce e disputata tra ieri ed oggi su un percorso altamente selettivo e che ha interessato le strade del Capo di Leuca.

Il successo della coppia portacolori della Scuderia Island Motorsport, è arrivato al termine di una lunga rincorsa culminata con il sorpasso avvenuto sulla penultima prova speciale ai danni di Marco Signor e Patrick Bernardi, che su identica vettura, erano stati al comando della gara sin dalla prova d’apertura e che hanno dovuto inchinarsi al forcing finale del pilota cesenate, impegnato quest’anno anche nel Campionato Europeo di specialità. Per Campedelli e Rappa, vincitori di 4 prove speciali, si tratta del primo successo assoluto al Rally del Salento e che coincide con la prima vittoria in questa gara anche del marchio indiano di pneumatici MRF tyres. Per loro una vittoria che vale tanto anche in ottica campionato, visto che rafforzano il primato in classifica. Alla fine a dividere i primi due, un secondo e sei decimi a testimonianza dell’appassionante e tiratissima lotta al vertice.

Per Signor e Bernardi una gara comunque superlativa, anche la loro priva di sbavature, con due vittorie in prova e che li ha premiati con la piazza d’onore. Sul terzo gradino del podio, al termine di una gara condotta su ritmi altissimi è salito l’equipaggio composto da Corrado Pinzano e Marco Zegna su Volkswagen Polo Gti R5, bravissimi nel rimanere sempre in scia dei primi, malgrado qualche divagazione e un feeling con l’assetto non perfetto in avvio di gara e nel mettersi tutti dietro sulla seconda prova speciale.

Dei 62 equipaggi al via sono stati 40 quelli che hanno concluso regolarmente la gara. Tra i ritiri eccellenti quelli di Bergantino-Di Vincenzo su Skoda Fabia R5 per uscita di strada sulla ps2 mentre erano quarti assoluti, di Gino-Michi su Hyundai I20 R5, per le conseguenze di una doppia toccata  sulla ps5 mentre erano decimi assoluti, di Tribuzio-Cipriani su Skoda Fabia R5, per via del tempo perso a seguito della foratura subita sulla ps7 e di Pedersoli-Tomasi su Citroen Ds3 Wrc per la rottura della pompa dei freni posteriori dopo la ps8, quando occupavano la quarta posizione assoluta.

Il 4°Rally Storico del Salento ha invece visto la vittoria di Ruggero Brunori e Claudio Filippini su Porsche 911 Sc del 3°Raggruppamento che hanno preceduto Luigi Zampaglione e Massimo Soffritti su Lancia Stratos del 2°Raggruppamento. Tutti ritirati gli altri quattro equipaggi al via. Particolarmente sfortunata la gara Marco De Marco ed Eros Di Prima, vincitori delle prime due edizioni del rally, costretti al ritiro sulla penultima prova, mentre erano al comando della gara con un minuto abbondante di vantaggio, a causa dello sganciamento del semiasse posteriore destro della loro BMW M3. Vittima della sfortuna anche Romano Pasquali e Andrea Quistini, fermi al termine della penultima prova per la rottura del cambio sulla loro Fiat Uno Turbo mentre erano secondi assoluti.

Prossimo appuntamento con il Campionato Italiano Rally Asfalto il 17 e 18 giugno in provincia di Treviso con il 38°Rally della Marca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campedelli e Rappa su Skoda Fabia R5 vincono il 54° Rally del Salento

LeccePrima è in caricamento