Sport

Rampa di accesso per garantire il surf per tutti: la donazione targata Scirocco Films

L’accordo della società di produzione cinematografica con Autolift e Coni per promuove e garantire l’adaptive surfing. Realizzato anche uno spot per sensibilizzare l’iniziativa e le comunità rivierasche

LECCE - Oltre le riprese televisive e non solo cinema. La casa di produzione cinematografica Scirocco Films, fondata da Alessandro Valenti e Angelo Laudisa, in stretta collaborazione con Autolift, azienda italiana leader nel campo della produzione di sollevatori per il trasporto dei disabili, hanno unito le forze per una giusta causa: donare una rampa d’accesso con sistema quicklock da dedicare al mondo degli atleti, in particolare ai surfisti del territorio salentino.  

Quando c’è la passione, si sa, tutto è possibile. Uno degli esempi ci arriva dall’adaptive surfing, ovvero il surf praticato con disabilità. E la donazione in questione allarga le opportunità di praticare tale attività a più persone e parte dalla volontà di offrire un maggiore aiuto agli appassionati di surf e di mettere insieme vari attori per un unico obiettivo. Per questo motivo è stato infatti prodotto uno spot per promuovere l’iniziativa e sensibilizzare la comunità.

Il nuovo lavoro firmato della Scirocco Films è da attribuire al regista Vincenzo D’Arpe, anch’egli appassionato di surf. “Si tratta di un piccolo gesto dal grande valore etico e sociale” commenta D’Arpe, “in accordo con quelle che sono le finalità della società di produzione cinematografica leccese. Grazie ad Autolift e al Coni per essersi messi a disposizione per questo grande risultato. Ci auguriamo che oltre al sollevatore anche il videoclip possa essere d’aiuto per sensibilizzare molti altri e che si possa continuare a lavorare in questa direzione”.

Protagonista dello spot realizzato da D’Arpe, con la fotografia di Davide Micocci, è il fiorentino Lorenzo Bini, classe 1985, atleta di nuoto e surf paralimpico della Federazione Sci Nautico Wakebord e Surfing. Membro del team italiano di Adaptive surf, allenatore di nuoto Finp e rappresentante nel consiglio regionale del Comitato Italiano Paralimpico. Si occupa di formazione nel mondo del volontariato e di promozione dell'inclusione sociale con incontri nelle scuole e attraverso i social network.

Il sollevatore è stato donato da Autolift, nello specifico al Cip Puglia tramite Carlo Morelli, delegato regionale della Federazione Sci Nautico Wakeboard e Surfing, delegato del Coni Puglia per gli sport nautici e rappresentante delle discipline associate paralimpiche all’interno del consiglio regionale pugliese del Comitato Italiano Paralimpico.

“Il nobile e sensibile gesto di Scirocco Films e Autolift va nella stessa direzione in cui stiamo spingendo da anni ormai: il nostro sogno è quello di far diventare il surf e gli sport nautici alla portata di tutti” dichiara Morelli. “Autolift è sempre vicina e attenta alle tematiche sociali” commenta Marco Gallingani, amministratore delegato di Autolift Srl, “per questo motivo abbiamo sostenuto fin da subito questo progetto. Ci auguriamo che questo gesto possa essere da sprono per molti e che possa essere l’inizio di una lunga serie di progetti paralleli”.

La realizzazione dello spot da parte della Scirocco Films è stata resa possibile grazie al supporto di Whiroo, web agency, e alla collaborazione del Comune di Melendugno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rampa di accesso per garantire il surf per tutti: la donazione targata Scirocco Films

LeccePrima è in caricamento