"Solo chi non si abbona penalizza il Lecce". Ancora sconto del 50 per cento

Il 24 agosto la campagna abbonamenti riapre con le tariffe vantaggiose riservate ai nuovi sottoscrittori durante la prima fase. E nello slogan si coglie anche una risposta all'ultima richiesta del procuratore federale per una sanzione di tre punti al club

Il nuovo prospetto con le tariffe per la seconda fase.

LECCE - Sconti del 50 per cento anche nella seconda fase della campagna abbonamenti. La decisione, che era nell'aria, è stata annunciata dall'Us Lecce nelle scorse ore con l'obiettivo di incrementare ulteriormente il lusinghiero dato di 5404 tessere già sottoscritte. 

A differenza di quanto annunciato durante il lancio della campagna abbonamenti, divisa in due parti con sconti nella prima fase del 75 per cento per i vecchi abbonati e del 50 per i nuovi sottoscrittori, il club ha deciso di mantenere il costo dimezzato anche nella seconda finestra, che si apre il 24 agosto e si chiude il 4 settembre.

"Solo chi non si abbona penalizza il Lecce" recita lo slogan che campeggia sotto il principale, "Nella tana dei lupi". Una sollecitazione ulteriore a serrare i ranghi senza cercare alibi nelle avversità che paiono oramai una costante della storia recente del Lecce.

L'ultima riguarda la richiesta di revocazione della sentenza della giustizia sportiva, in relazione alla gara Lecce-Lazio del maggio 2011, e di una sanzione di tre punti da scontare nel prossimo campionato di Lega Pro, oltre a quella di una condanna a tre anni e mezzo di stop per il portiere Max Benassi e per gli ex giallorossi Antonio Rosati e Stefano Ferrario (quest'ultimo già fermato per sei mesi per omessa denuncia). 

Il riferimento all'ipotesi di penalizzazione è quindi anche un pacifico atto di sfida a questa nuova tegola piovuta addosso al Lecce oltre che uno sprone per una reazione collettiva e d'orgoglio: resta da vedere se la reazione della piazza sarà positiva come nella prima fase.

Moscardelli: "Conosco la passione dei leccesi".

Prima dell'allenamento pomeridiano, programmato a Lequile, Davide Moscardelli ha incontrato i cronisti nella sala stampa del Via del Mare. "in questa stagione ho imparato a conoscere la passione dei leccesi - ha dichiarato l'attaccante, autore nella scorsa stagione di 15 reti - per questo sono sorpreso solo fino a un certo punto del numero di abbonamenti fatti. Questo dato dà la carica a tutti noi".

IMG_0290-2Del nuovo tecnico, Antonino Asta, il bomber ha sottolineato la determinazione che sta trasmettendo al gruppo: "Si vede che anche lui si gioca molto, che vuole cogliere una bella occasione". Quanto al modulo di gioco, che pare orientato sul 4-2-3-1, Moscardelli non teme di soffrire di solitudine a patto che "tutti corrano e la squadra rimanga sempre corta".

La sua condizione fisica è in crescita: "Ho avuto qualche problemino in ritiro ma ho cercato di fermarmi il meno possibile perché per me la preparazione è fondamentale. Lo scorso anno si è visto, mi ci sono volute diverse partire per entrare in forma. Ora mi sento bene, certo non al massimo ma guai se così fosse, manca ancora un poco all'inizio del campionato".

Infine, interpellato sulla possibile concorrenza del Catania - assegnato alla Lega Pro con una penalità di 12 punti - Moscardelli ha risposto con serenità: "Di solito penso poco alle altre squadre, preferisco guardare in casa mia. Tanto sappiamo che è difficile giocare contro chiunque o perché una squadra è forte, o perché si chiude troppo o perché il campo è stretto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento